Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

EAU: CORTE SUPREMA ANNULLA DUE CONDANNE CAPITALI E ORDINA NUOVO PROCESSO

4 novembre 2020:

Due uomini riconosciuti colpevoli di spaccio di eroina hanno visto le loro condanne a morte annullate dalla Corte Suprema degli Emirati Arabi Uniti, ha riportato il Khaleej Times il 4 novembre 2020.
La Corte Suprema ha ordinato che la Corte d'Appello svolga un nuovo processo nel caso. I due uomini, un cittadino britannico e un pakistano, sono stati in precedenza giudicati colpevoli di possesso e vendita di droga.
Secondo gli atti del tribunale, il meccanico britannico di 54 anni era stato arrestato in flagrante nel marzo 2018 mentre vendeva 2 kg di eroina per un valore di 30.000 dollari Usa a un poliziotto sotto copertura. L'agente in incognito della polizia di Dubai si era presentato come un cliente e aveva acquistato alcuni grammi di sostanza per accertarsi che si trattasse di eroina.
Durante l'interrogatorio, il britannico avrebbe ammesso di aver venduto eroina, sostenendo di aver spacciato droga per la prima volta. "L'ho fatto solo perché avevo bisogno di soldi per acquistare un biglietto di ritorno per il Regno Unito dopo che quello che avevo era scaduto", ha detto l'imputato agli investigatori.
L'uomo avrebbe spiegato di essere rimasto bloccato in Oman quando ha chiamato un amico nel Regno Unito, chiedendogli dei soldi. Il suo amico gli avrebbe detto di andare a Dubai per un "lavoro veloce" per 1.000 dollari.
"Così ho preso un autobus per Dubai", ha detto. Quando è arrivato a Dubai, il suo amico nel Regno Unito gli avrebbe detto che un cittadino pakistano lo avrebbe incontrato per dargli "dei soldi e un pacco".
Il suo amico lo ha quindi informato che un altro uomo - il "compratore di droga" - avrebbe ritirato il pacco da lui. L'inglese e il suo complice pakistano sono stati arrestati il ​​19 marzo 2018, mentre consegnavano la droga all'agente sotto copertura.
La polizia ha successivamente arrestato altri due uomini asiatici, accusati di traffico di eroina nel Paese.
Nel maggio 2019, il tribunale di primo grado di Abu Dhabi ha condannato a morte sia il britannico che il 45enne pakistano. Gli altri due uomini sono stati scagionati.
Il dottor Hasan Elhais, consulente legale di Al Rowaad Advocates, in rappresentanza del britannico, ha detto che ci sono "errori procedurali" nel caso.
Uno degli errori consisteva nella procedura di arresto, inoltre "il verdetto non ha chiarito se la giuria di tre giudici del tribunale di primo grado fosse unanime nel verdetto, condizione obbligatoria per l'approvazione della condanna a morte" .
"Il poliziotto sotto copertura era un cittadino pakistano e la sua testimonianza è stata raccolta senza la presenza di un traduttore legale", ha sostenuto l'avvocato davanti alla corte d’appello.
Nell'aprile di quest'anno, la corte d'appello di Abu Dhabi aveva respinto l'appello confermandob la condanna a morte.

(Fonti: khaleejtimes.com, 04/11/2020)

Altre news:
IRAN - “I prigionieri politici vengono sistematicamente affamati".
CINA: EX PRESIDENTE DI BANCA CONDANNATO A MORTE CON PENA SOSPESA
SUDAN: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
SOMALIA: DUE CONDANNE A MORTE NEL PUNTLAND PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA RAGAZZA
CINA: INFERMIERA CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN COLLEGA CHE LA RICATTAVA
‘LA BIBBIA E IL FUCILE’, IL MOTTO CHE CONTINUA A ISPIRARE LA VISIONE DEL MONDO DEL PRESIDENTE TRUMP
BANGLADESH: AUTISTA DI BUS E DUE ADDETTI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN PASSEGGERO
BANGLADESH: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER AVER PICCHIATO A MORTE LA MOGLIE PER LA DOTE
‘PAKISTAN, ASIF CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA, LA MOGLIE MARILYN E I QUATTRO FIGLI PICCOLI IN FUGA PER SALVARSI LA VITA’ di Sergio D’Elia
SINGAPORE: CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
BANGLADESH: IMPICCATO PER GLI OMICIDI DI MOGLIE E FIGLIA
CINA: CAPO DI UNA BANDA MAFIOSA CONDANNATO A MORTE
IRAN - Sempre sulle 4 esecuzioni effettuate a Urmia il 29 ottobre.
INDIA: CORTE SUPREMA COMMUTA CONDANNA A MORTE IN ERGASTOLO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MADRE
BANGLADESH: TRE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN GUIDATORE DI RISCIO’
PAKISTAN: DEVONO NASCONDERSI FAMILIARI DI CRISTIANO CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA
IRAN - Jafar Hassani giustiziato nella prigione centrale di Rasht il 1° novembre.
AUGURI AL RIFORMISTA!
QATAR: QUATTRO INDIANI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN COMMERCIANTE

[<< Prec] 1 2 3
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits