Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA: 53.000 CONDANNATI ALL’ERGASTOLO SENZA CONDIZIONALE

29 gennaio 2018:

I detenuti condannati all’ergastolo senza condizionale negli Usa sono più di 53.000, 108.000 ergastolani “normali”, e 44.000 ergastolani “de facto”. Uno studio ed un articolo permettono di fare il punto sull’ergastolo senza condizionale negli Usa. Con i dati aggiornati alla fine del 2016, i detenuti condannati a LWOP (Life With Out Parole) erano 53.290.
Li ha censiti un rapporto di The Sentencing Project: Still Life: America’s Increasing Use of Life and Long-Term Sentences, pubblicato il 3 maggio 2017.
Gli “ergastolani” vengono divisi in tre categorie: quelli che non usciranno mai in libertà condizionale (LWOP, Life With Out Parole), quelli che potrebbero prenderla (LWP, Life With Parole. Di solito nei vari stati il termine minimo di pena da scontare prima di poter chiedere la libertà condizionale è 25 anni), e quelli “Virtual”, ossia “de facto” o “virtuali”, persone formalmente non condannate all’ergastolo, ma a pena talmente alte, e con la possibilità di libertà condizionale “non prima di 50 anni” da essere equivalenti all’ergastolo.
Il rapporto di Sentencing Project conta, come abbiamo visto, a fine 2016, 53.290 ergastolani “LWOP”, 108,667 ergastolani “LWP”, a 44,311 ergastolani “Virtual”.
In totale sono 206,268 I detenuti che stanno scontando questi 3 tipi di pena.
Questo numero è quadruplicato dal 1984 ad oggi.
Per i tre tipi di ergastoli intesi complessivamente, Il 48,3% dei detenuti sono afroamericani, il 32,4% bianchi, e il 15,7% ispanici. Tra la popolazione normale (poco più di 325 milioni), i bianchi sono circa il 50%, i neri sono il 13% e gli ispanici il 16%. Per i tre tipi di ergastoli intesi complessivamente, 12.000 hanno commesso i loro reati quando erano minorenni. Dei 12.000 condannati per reati commessi da minorenni, 2.300 stanno scontando l’ergastolo senza condizionale. Più di 17.000 persone stanno scontando uno dei 3 ergastoli per reati non violenti. 3.200 persone stanno scontando un ergastolo senza condizionale per reati non violenti. Di questi, l’80% per reati di droga. Di questi ergastolani LWOP per reati “minori” il 65% sono afro-americani, il 18% bianchi e il 16% ispanici. Secondo la ACLU (American Civil Liberties Union) la sproporzione di neri condannati agli ergastoli, e la ancora più alta sproporzione di neri condannati per reati non violenti è prova di “gravi disparità razziali”.
Alcune persone stanno scontando l’ergastolo per reati come il furto di benzina da un furgone, o furto in negozio. Questo avviene nei casi di persone considerate “delinquenti abituali”.
In California è in vigore una legge cosiddetta “dei tre colpi” ("three-strikes law"), che porta all’ergastolo una persona che viene condannata per tre reati. Molti casi riguardano persone che hanno commesso solo piccoli furti. Come è noto, la Corte Suprema degli Stati Uniti in diverse occasioni ha confermato la costituzionalità di pena molto lunghe (anche l’ergastolo senza condizionale, o l’ergastolo con la condizionale non prima di 50 anni, per reati minori, come i furti.
I detenuti condannati a LWOP sono così suddivisi tra gli stati: Florida (8,919 LWOP), Pennsylvania (5,398), California (5,090), Louisiana (4,875), Sistema Federale (3,861), Michigan (3,804), Illinois (1,609), Alabama (1,559), Mississippi (1,470), North Carolina (1,387), Virginia (1,338), Georgia (1,243), Missouri (1,144), South Carolina (1,117), Massachusetts (1,018), Oklahoma (887), Texas (798), Iowa (670), Colorado (667), Arkansas (637), Washington (622), Nevada (569), Ohio (560), Arizona (504), Delaware (435), Maryland (338), Tennessee (336), West Virginia (286), New York (275), Nebraska (265), Wisconsin (225), South Dakota (174), Minnesota (130), Idaho (126), Indiana (123), Oregon (118), Kentucky (111), New Hampshire (83), New Jersey (77), Connecticut (73), Maine (64), Utah (64), Hawaii (55), Montana (47), Wyoming (35), Rhode Island (31), North Dakota (30), Kansas (28), Vermont (14), New Mexico (1), Alaska (0, l’Alaska è l’unico stato Usa che non prevede l’ergastolo senza condizionale).
Il sistema federale ha abolito la libertà condizionale per qualsiasi reato (federale) commesso dopo il 1° dicembre 1987, quindi tutti gli ergastoli sono “senza condizionale”.
A livello nazionale, 6.781 donne stanno scontando uno dei 3 ergastoli. Questa cifra rappresenta il 3,5% di tutti gli ergastolani. Donne condannate a uno dei 3 ergastoli sono numerose soprattutto in California (il 19,8% del totale, e 182 a LWOP) e in Texas (9,9%). Gli ergastoli senza condizionale non impediscono la concessione di eventuali gesti di clemenza. Nei vari stati devono essere firmati dal Governatore, nel sistema federale dal presidente degli Stati Uniti. Un articolo comparso sulla rivista Time (Garrett, The Moral Problem of Life-Without-Parole Sentences, 26 ottobre 2017), integra alcuni dati. Garrett , professore alla University of Virginia, afferma che gli Stati stanno appena iniziando a ripensare alla necessità di condanne così lunghe. Il governatore della California Jerry Brown, ad esempio, ha concesso la libertà condizionale a migliaia di ergastolani, anche per reati violenti.
Secondo un rapporto dell’Amministrazione Penitenziaria della California (CDCR’S Lifer Report Series, “Lifer Parolee Recidivism Report”, gennaio 2013) la recidiva tra coloro che hanno ottenuto la condizionale è molto bassa e marcatamente inferiore a quello dei detenuti liberati a fine pena.
Per la maggior parte degli ergastolani, nessun avvocato esaminerà attentamente i fatti dei loro casi. Come ha affermato il defunto giudice della Corte Suprema Antonin Scalia in un parere del 2015, "La realtà è che per un imputato innocente è infinitamente meglio essere condannato a morte che all’ergastolo” perché un condannato a morte ha dei diritti, ad esempio l’assistenza legale, che lo accompagnano fino all’ultimo, diritti che invece cessano dopo i normali ricorsi in corte d’appello per i condannati a pene detentive. Forse un giorno la Corte Suprema degli Stati Uniti riconsidererà molte delle condanne LWOP emesse nel paese. Ad esempio, da tempo gli avvocati stanno attaccando l’ergastolo LWOP per i minorenni, e una prima limitazione è contenuta nella sentenza del 2016 “Montgomery v. Louisiana”, in cui la Corte ha ritenuto che i reati di un minorenne devono riflettere "l'incorruttibilità permanente" e che tali condanne dovrebbero essere riservate solo "i trasgressori più rari."

(Fonti: Nessuno tocchi Caino, 29/01/2018)

Altre news:
IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IL GOVERNO ITALIANO SI ATTIVI IMMEDIATAMENTE PER SALVAGUARDARE LA LIBERTA’ DI MANIFESTAZIONE E LA VITA DEI GIOVANI IRANIANI ARRESTATI A RISCHIO DI PENA DI MORTE
BANGLADESH: 11 CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: GIUSTIZIATO A YASOUJ
YEMEN: TRE CONDANNE A MORTE PER SPIONAGGIO
EGITTO: 19 CONDANNE A MORTE SOSPESE PER ATTACCO A CHIESA COPTA
BAHRAIN: DUE CONDANNE A MORTE PER EVASIONE E OMICIDIO DI POLIZIOTTO
PAKISTAN: GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
EGITTO: 10 CONDANNE RINVIATE AL GRAN MUFTI
UGANDA: TANZANIANO CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
BIELORUSSIA: CINQUE CONDANNE A MORTE NEL 2017
IRAN: IMPICCATO PER UN OMICIDIO COMMESSO A 15 ANNI
EGITTO: GIUSTIZIATO 25ENNE
TEXAS (USA): GIUSTIZIATO WILLIAM EARL RAYFORD
IRAN: IMPICCATO CAPO DI UNA ‘FALSA ISTITUZIONE SPIRITUALE’
IRAN: MINORE IMPICCATO PER OMICIDIO
IRAN: IMPICCATA NEL CARCERE DI NOSHAHR
BAHRAIN: CONFERMATA CONDANNA A MORTE DI ATTIVISTA
FRANCIA ‘INTERVERRA’’ SE SUOI CITTADINI CONDANNATI A MORTE IN MEDIO ORIENTE
IRAN: DUE IMPICCATI PER OMICIDIO NEL CARCERE DI ORUMIYEH
AFGHANISTAN: TRE IMPICCATI PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATI DUE NIGERIANI PER DROGA
MALESIA: CAMIONISTA CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
LIBANO: TRE CONDANNE A MORTE PER TERRORISMO
EGITTO: GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DI UN UFFICIALE DELL’ESERCITO
BANGLADESH: SETTE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
ROMA: CONFERENZA STAMPA SUI DIRITTI UMANI IN IRAN
PAKISTAN: DUE IMPICCATI NEL CARCERE DI HARIPUR
IRAN: SOSPESA CONDANNA A MORTE DJALALI
PAKISTAN: CORTE SUPREMA SOSPENDE TRE ESECUZIONI
IRAN: GIUSTIZIATO A SHIRAZ PER OMICIDIO

1 2 3 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits