Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

IRAN - Kylie Moore-Gilbert
IRAN - Kylie Moore-Gilbert
IRAN - Teheran libera Kylie Moore-Gilbert, in cambio di tre iraniani detenuti in Thailandia.

23 novembre 2020:

Teheran libera Kylie Moore-Gilbert, in cambio di tre iraniani detenuti in Thailandia.
Con uno scambio di prigionieri è stata liberata Kylie Moore-Gilbert, un’accademica britannico-australiana arrestata in Iran nel settembre 2018 e condannata a 10 anni per spionaggio a favore del “regime sionista”. La notizia dello scambio è stata data da un sito di notizie vicino alla tv di stato iraniana: le emittenti governative Irib e Tasnim hanno trasmesso le prime immagini della donna dopo la sua liberazione. Nel video si vedono anche i tre uomini iraniani che sono stati liberati in cambio del rilascio di Moore-Gilbert: sono avvolti nella bandiera iraniana e uno di loro è sulla sedia a rotelle. I comunicati ufficiali dicono che i tre uomini sono imprenditori, e che erano detenuti a Bangkok, la capitale della Thailandia. Su alcuni canali Telegram legati alle Irgc, i guardiani della rivoluzione, il corpo militare conosciuto come Pasdaran, è apparsa la notizia che due dei tre prigionieri sarebbero Saeed Moradi e Mohammad Khazaei, che erano stati condannati in Thailandia nel 2012 per aver partecipato a un attentato contro l’ambasciatore israeliano a Bangkok. Moradi che all’epoca dell’attentato aveva 28 anni, perse le gambe con la detonazione di una bomba che aveva cercato di lanciare contro la polizia, ed era stato condannato all’ergastolo dal tribunale di Bangkok.
Negli ultimi anni l’Iran ha arrestato diversi stranieri o persone con doppio passaporto - Teheran non riconosce ai cittadini iraniani la doppia nazionalità – e spesso li ha condannato per spionaggio, quasi sempre “in favore dei sionisti”, ossia di Israele. Diverse organizzazioni per i diritti umani accusano il regime di usare questa tattica per ottenere concessioni nei negoziati paralleli con i governi. Durante la tormentata detenzione, Moore-Gilbert aveva denunciato pressioni e maltrattamenti nei suoi confronti. Nel video, non commentato, diffuso dai media iraniani Il filmato, che non aveva commenti, Moore-Gilbert indossava un hijab grigio e una mascherina chirurgica, e veniva portata via in un mini-van. In una dichiarazione rilasciata poche ore dopo, Moore-Gilbert ha ringraziato i funzionari australiani che avevano lavorato "instancabilmente" per ottenere il suo rilascio.
"Grazie anche a tutti voi che mi avete sostenuto e fatto una campagna per la mia libertà, questo ha significato moltissimo per me durante quella che è stata una prova lunga e traumatica".
"Non ho altro che rispetto, amore e ammirazione per la grande nazione dell'Iran e il suo popolo caloroso, generoso e coraggioso. È con sentimenti agrodolci che parto dal vostro paese, nonostante le ingiustizie a cui sono stata sottoposta. Sono venuta in Iran come amica e con intenzioni amichevoli, e ora lascio l'Iran con quei sentimenti non solo ancora intatti, ma rafforzati".
La dottoressa Moore-Gilbert, laureata a Cambridge e docente all'Università di Melbourne, stava viaggiando con un passaporto australiano quando è stata arrestata all'aeroporto di Teheran nel 2018 al momento di ripartire dopo aver partecipato ad una conferenza. In lettere fatte uscire di nascosto dalla prigione di Evin all'inizio di quest'anno, l'accademica aveva affermato di non essere "mai stata una spia" e temeva per la sua salute mentale. Ha detto di aver rifiutato un'offerta da parte dell'Iran di diventare una spia. "Non sono una spia. Non sono mai stata una spia e non ho alcun interesse a lavorare per un'organizzazione di spionaggio in nessun paese", ha scritto. Le preoccupazioni per la sua salute sono aumentate ad agosto, quando è emersa la notizia che era stata trasferita a Qarchak, una famigerata prigione nel deserto. Poco dopo è stata visitata dall'ambasciatore australiano in Iran, Lyndall Sachs, che aveva riferito che la donna stesse "bene".
La Ministra degli Esteri australiana, Marise Payne si è detta "estremamente soddisfatta e sollevata" per il rilascio che, ha detto, "è stato ottenuto grazie all'impegno diplomatico con il governo iraniano". Non ha fatto riferimento ad alcuno scambio di prigionieri. "Il governo australiano ha costantemente respinto i motivi per i quali il governo iraniano ha arrestato, detenuto e condannato la dottoressa Moore-Gilbert. Continuiamo a farlo", ha detto in una dichiarazione.

https://www.bbc.com/news/world-middle-east-55077744

 

https://www.theguardian.com/world/2020/nov/25/iran-exchange-kylie-moore-gilbert-three-iranians-jailed-abroad

(Fonte: BBC.com, theguardian.com)

Altre news:
SOMALIA: TRE MEMBRI DI AL-SHABAAB FUCILATI PER ORDINE DELLA CORTE MARZIALE
COREA DEL NORD: L’AGENZIA DI SPIONAGGIO DI SEOUL RIPORTA LE ESECUZIONI DI DUE FUNZIONARI
EGITTO: DUE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA RAGAZZA
DRAMMA CARCERI, PROSEGUE IL SILENZIO DI MEDIA E POLITICA
SOMALIA: SEI GIUSTIZIATI IN SOMALILAND PER OMICIDIO
VIETNAM: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER DROGA
IRAN - Iniziato in Belgio un processo per terrorismo contro 4 iraniani.
LETTERA ALL'UNIONE EUROPEA DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI: SALVIAMO AHMADREZA DJALALI
CINA: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDI E STUPRI
BANGLADESH: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO E STUPRO
USA - L'amministrazione Trump sta cercando di reintrodurre fucilazione e sedia elettrica
NIGERIA: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER RAPINA
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UN BAMBINO
ONU: 67ESIMA RISOLUZIONE DI CONDANNA PER LE VIOLAZIONI DEI DIRITTI UMANI IN IRAN
IRAN - Appello contro l’esecuzione di Ahmadreza Djalali, un medico e scienziato che ha lavorato anche in Italia.
PAKISTAN: CONDANNA CAPITALE COMMUTATA IN ERGASTOLO
SOMALIA: RINVIATA L’ESECUZIONE IN SOMALILAND DEL CITTADINO NORVEGESE ACCUSATO DI OMICIDIO
ALGERIA: ASSEMBLEA NAZIONALE APPROVA LA PENA DI MORTE PER IL SEQUESTRO DI MINORI
KUWAIT: CASSAZIONE CONFERMA CONDANNA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN POLIZIOTTO
PAKISTAN: POLIZIOTTO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN CIVILE
USA - Oklahoma. Kim Kardashian ha visitato Julius Jones, un condannato a morte
USA - 1.450 detenuti e 98 agenti morti di Covid-19 nelle prigioni USA.
‘HO SPOSATO LUCA IN CARCERE, LI’ VIVE ISOLATO NEL SUO DOLORE’
‘IRAQ, 21 ESECUZIONI IN UN GIORNO CON ACCUSE FUMOSE…’
NIGERIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DEL FIGLIO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE TRE VOLTE PER PEDOFILIA
SOMALIA: CITTADINO NORVEGESE CONDANNATO A MORTE IN SOMALILAND PER OMICIDIO
COREA DEL SUD: PRIMO VOTO A FAVORE DELLA RISOLUZIONE PRO-MORATORIA
USA - Il giudice federale Randolph Moss sospende l’esecuzione di Lisa Montgomery.
GIORDANIA: CORTE DI CASSAZIONE CONFERMA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO

1 2 3 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits