Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Rita Bernardini
Rita Bernardini
CARCERI, IL PREMIER NON HA FATTO NULLA. BERNARDINI RIPRENDE IL DIGIUNO

7 gennaio 2021:

La leader radicale aveva sospeso lo sciopero della fame dopo averlo incontrato, ma Conte si è fidato di Bonafede. Situazione esplosiva

Angela Stella su Il Riformista del 7 gennaio 2021

Dalla mezzanotte di oggi Rita Bernardini, Presidente di Nessuno Tocchi Caino, ha ripreso lo sciopero della fame per tornare a richiamare con più forza l’attenzione sulle carceri. Avkeva interrotto gli altri 35 giorni di digiuno prima di Natale perché il Presidente del Consiglio Conte aveva deciso di incontrarla per discutere delle eventuali ulteriori misure per svuotare le carceri, soprattutto in questo periodo di pandemia.
L'incontro era stato definito «ottimo» dalla Bernardini e lasciava ben sperare in un passo in più rispetto a quanto previsto nei vari dl Ristori: «Pensavo che da quell’incontro - ci dice la radicale - si potesse solo andare avanti. E invece c'è stato un blocco totale», cristallizzato nelle parole del Premier nel suo discorso di fine anno in cui ha detto che «nel complesso, per fortuna, la situazione è sotto controllo per la pandemia». Per Rita Bernardini «è chiaro che Conte si sia accontentato delle rassicurazioni che gli ha trasmesso Bonafede». Il problema all’origine di tutto risiede, secondo l’esponente radicale, nel fatto che «non sono mai entrati in carcere, non ne conoscono profondamente la realtà. Non basta visitare qualche reparto di Regina Coeli per qualche ora. Io non credo che il 23 dicembre Conte e la delegazione che lo ha accompagnato abbiano visitato la sezione dove ci sono i letti a castello a tre piani, o dove manca spesso l’acqua calda perché si rompono gli scaldabagni. Noi quando entriamo in carcere giriamo dappertutto. Loro invece non si rendono conto di nulla». Dunque da poche ore Rita Bernardini è in digiuno, non senza un grande sforzo: «Prima di Natale ero fiduciosa perché effettivamente quell`incontro con Conte mi era sembrato importante nei contenuti. Ora dobbiamo lottare ancora più fermamente». Accanto a lei, in un digiuno a staffetta, ci sono migliaia di detenuti: «Quelli di cui abbiamo le sottoscrizioni all’iniziativa nonviolenta sono circa quattromila. Ma sappiamo che sono molti di più: non ci sono arrivate le firme dal carcere Pagliarelli di Palermo però la direttrice dell’istituto mi ha detto che quasi tutti i reclusi hanno fatto lo sciopero della fame. Stessa cosa nel carcere romano di Rebibbia. Probabilmente molti altri detenuti vorrebbero prendere parte all`iniziativa però, ci dice Bernardini, «credo che quella nota del Nucleo Investigativo Centrale in cui si chiedeva al personale di "controllare la corrispondenza per rinvenire i moduli predisposti per la partecipazione alla protesta" ne abbia scoraggiati tanti. Proprio poco fa mi è arrivato un messaggio vocale della moglie di un detenuto in cui mi diceva che il marito vorrebbe digiunare ma ha paura di possibili ritorsioni. Ciò è davvero sconcertante». Su questa nota del Nic avevamo tentato di conoscere più dettagli, già prima di Natale: avremmo voluto sapere ad esempio se era solo una iniziativa del reparto di Saluzzo.
A tal fine ci siamo rivolti all’ufficio stampa del Ministero della Giustizia e al portavoce di Bonafede ma non abbiamo ricevuto alcun feedback. Se per noi è evidentemente complesso interloquire con chi dovrebbe assolvere il proprio compito di relazioni con la stampa, speriamo invece che Rita Bernardini sia più fortunata nel suo intento: «Conte ha detto che i "problemi più complessivi vanno inquadrati nel confronto con le forze politiche, qualsiasi intervento sistemico non può che passare da una sintesi politica`. Io vorrei quindi capire con chi si può aprire un dialogo. Vorrei incontrare anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni». Intanto due giorni fa proprio il Garante dei detenuti del Lazio Stefano Anastasia aveva reso nota la seguente notizia: «È morto nell’ospedale di Rieti, dopo due settimane di ricovero, un detenuto di 66 anni, affetto da Covid: il primo nel 2021, il primo dall`inizio della pandemia nel Lazio, il tredicesimo (in Italia) di questa seconda ondata. In carcere, come nelle Rsa, continuano ad accendersi e spegnersi focolai Covid. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: nelle carceri, come nelle Rsa, bisognerebbe provvedere alle vaccinazioni in via prioritaria».

Altre news:
MAROCCO: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UN BAMBINO
USA - Federale. Un giudice federale ha sospeso l’esecuzione di Lisa Montgomery
USA - Federale. Un'altra sospensione dell'esecuzione per Lisa Montgomery
GIORDANIA: CONDANNATO A MORTE PER L’ATTACCO CONTRO I TURISTI NEL 2019
CINA: CONDANNATO A MORTE PER TRE OMICIDI
GIORDANIA: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
KAZAKISTAN: PENA DI MORTE ABOLITA
PAKISTAN: TRE CONDANNATI A MORTE PER CONDIVISIONE DI CONTENUTI BLASFEMI SUI SOCIAL
IRAN - 4 uomini impiccati nella prigione di Meshkin Shahr l'11 gennaio.
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA MINORENNE
BUON ANNO!
IRAN - Farzad Mohammad-Noureh e Mehdi Joushani giustiziati nella prigione di Qom il 9 gennaio.
USA - Ohio. Abolita pdm per malati mentali gravi
IRAN - Majid Rigi è stato giustiziato nella prigione centrale di Zahedan il 9 gennaio.
USA - Federale. Avvocati: Lisa Montgomery non può essere giustiziata per le sue condizioni mentali
IRAN - Reza Nouri giustiziato nella prigione di Ilam il 2 dicembre 2020.
IRAN - Farzad Nasser Jourshari giustiziato nella prigione di Rasht l'8 gennaio
USA - Mississippi. Formalizzato il proscioglimento di Eddie Lee Howard
USA - Federale. Giudice pone delle limitazioni alle esecuzioni federali: necessarie precauzioni COVID
IL CRUDELE ADDIO DI TRUMP, MANDA AL PATIBOLO UNA DONNA DOPO 70 ANNI
USA - Federale. Un ostacolo per l’esecuzione federale di Dustin Higgs
USA - Federale. Corey Johnson e Dustin Higgs hanno il Covid, e chiedono di rinviare l’esecuzione.
IRAN - Taher Hamel-Khoshkhou giustiziato nella prigione centrale di Tabriz il 6 gennaio
GIAPPONE: CONDANNA A MORTE DEFINITIVA PER IL ‘KILLER DI TWITTER’
BANGLADESH: DUE CONDANNATI A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
GAZA: PRIMA CONDANNA A MORTE DEL 2021
CINA: EX PRESIDENTE DELLA HUARONG ASSET MANAGEMENT CONDANNATO A MORTE PER TANGENTI
IRAN - Rapporto di fine anno di NtC: Almeno 284 esecuzioni compiute nel 2020.
NIGERIA: IL GOVERNATORE DI KADUNA COMMUTA UNA CONDANNA CAPITALE E GRAZIA 12 DETENUTI
REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO: PRESIDENTE GRAZIA DUE CONDANNATI PER L’OMICIDIO DI LAURENT-DESIRE KABILA

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits