Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Ketanji Brown Jackson
USA - Ketanji Brown Jackson
USA - Ketanji Brown Jackson nominata alla Corte Suprema degli Stati Uniti

25 febbraio 2022:

Ketanji Brown Jackson è stata nominata alla Corte Suprema degli Stati Uniti
Il presidente Joe Biden ha nominato la giudice della corte d'appello federale Ketanji Brown Jackson alla Corte Suprema degli Stati Uniti, adempiendo alla sua promessa elettorale di selezionare una donna afroamericana per la Corte. Se confermata, Jackson sarebbe la prima donna di colore a prestare servizio nella più alta corte della nazione.
Annunciando la nomina della Jackson il 25 febbraio 2022, Biden ha dichiarato: "Per troppo tempo, il nostro governo, i nostri tribunali non hanno assomigliato all'America. Credo che sia giunto il momento di avere una Corte che rifletta tutti i talenti e la grandezza della nostra nazione con un candidato dalle qualifiche straordinarie, e che ispira tutti i giovani a credere che un giorno potranno servire il loro Paese ai massimi livelli”.
Biden ha scelto Jackson per occupare il posto di Stephen Breyer, un membro di lunga data dell'ala moderata-liberale della Corte che ha annunciato il suo ritiro. Jackson, che in passato è stata assistente di Breyer, attualmente è un giudice della Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Circuito del Distretto di Columbia (federale), e in precedenza ha prestato servizio per otto anni come giudice della corte distrettuale federale a Washington, DC. Prima ancora era stata avvocato difensore presso l’Office of the Federal Public Defender for the District of the District of Columbia (l’agenzia statale che fornisce avvocati d’ufficio agli imputati indigenti). Questo fa di lei il primo “public defender” a diventare un giudice della Corte Suprema.
Nessun giudice della Corte Suprema dai tempi di Thurgood Marshall ha avuto un'esperienza significativa nel rappresentare di imputati indigenti in procedimenti penali.
Nelle sue dichiarazioni alla cerimonia di nomina, Jackson ha detto: "Se sarò abbastanza fortunata da essere confermata come prossimo giudice associato della Corte Suprema degli Stati Uniti, posso solo sperare che la mia vita e carriera, il mio amore per questo paese e per la Costituzione e il mio impegno a sostenere lo stato di diritto e i sacri principi su cui è stata fondata questa grande nazione ispireranno le future generazioni di americani”.
Poiché la sua esperienza giudiziaria è stata a Washington, DC, dove non è in vigore la pena di morte, Jackson non è mai stata chiamata a emettere un parere giudiziario in nessun caso capitale. Ha una vasta esperienza in altri aspetti del diritto penale, inclusa la difesa dei detenuti di Guantánamo Bay. Jackson è stata anche vicepresidente della Sentencing Commission, la commissione incaricata di studiare come ridurre le disparità nei processi federali, che come è noto possono svolgersi in tutti i diversi stati della nazione.
Durante la procedura per la conferma alla Corte d'Appello degli Stati Uniti, aveva scritto dell'importanza di un solido sistema di difesa pubblica. "Avere avvocati che possono mettere da parte le proprie convinzioni personali sul presunto comportamento del loro cliente o sulla propensione del loro cliente a commettere crimini avvantaggia tutte le persone negli Stati Uniti, perché incentiva il governo a indagare a fondo sulle accuse e a proteggere i diritti dell'imputato durante il processo penale”. Tale rappresentazione, ha affermato, "riduce la minaccia di privazioni arbitrarie o infondate della libertà individuale".
Il “National Council for Negro Women” ha rilasciato una dichiarazione sull'importanza storica della nomina di Jackson, scrivendo: "La nomina di Ketanji Brown Jackson è un momento di svolta per le donne, per le persone di origine africana e per la stessa democrazia. Dimostra che la squalifica secolare - essere una donna nera - non esiste più. ... La nomina dice che finalmente c'è un'opportunità per tutte le persone qualificate di servire al più alto livello della magistratura di questa nazione. … Come disse una volta la giudice Ruth Bader Ginsburg, 'Trarremo tutti vantaggio da una società più diversificata e inclusiva, comprendendo, adeguano, persino celebrando le nostre differenze, mentre ci uniamo per il bene comune."

https://deathpenaltyinfo.org/news/judge-ketanji-brown-jackson-nominated-to-u-s-supreme-court

(Fonte: DPIC, 25/02/2022)

Altre news:
IRAN - Morad Salehbeig prima frustato e poi impiccato a Zanjan il 28 febbraio
PALERMO: 1° MARZO ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI A NTC
RUSSIA: MEDVEDEV, ‘POSSIBILE RITORNO DELLA PENA DI MORTE’
INDIA: CONDANNA A MORTE ANNULLATA, RESTA CONDANNA ALL’ERGASTOLO
IRAN - Rilasciato il “minorenne” Mohammadreza Hadadi
IRAN - Ali Heydar Ghorbani (forse Dehghani) giustiziato a Khorramabad il 27 febbraio
IRAN - Jasem Ghanbari giustiziato a Jiroft il 27 febbraio
SICILIA: ASSEMBLEE DEGLI ISCRITTI A NESSUNO TOCCHI CAINO E PRESENTAZIONE DEL LIBRO ‘QUANDO PREVENIRE È PEGGIO CHE PUNIRE’
UNA PENA OLTRE ALLA PENA: IL CASO DEI ‘LIBERI SOSPESI’
A FURIA DI OCCHIO PER OCCHIO IL MONDO DIVENTERÀ CIECO
APPELLO PER LA RICONFERMA DI GABRIELLA STRAMACCIONI A GARANTE DEI DETENUTI DI ROMA CAPITALE
IRAN - Esecuzione rinviata dopo attacco cardiaco
PAKISTAN: PAKISTANO-AMERICANO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA FIDANZATA
USA - Florida. La Camera approva HB 95 che estende la pena di morte agli spacciatori di dosi che risultano letali
IRAN - Ali Rezaei, 18 anni, condannato a morte, si è suicidato
TAIWAN: CORTE SUPREMA CONFERMA CONDANNA ALL’ERGASTOLO
YEMEN: TRE CONDANNATI A MORTE DA TRIBUNALE HOUTHI
SIRIA: DECINE DI PRIGIONIERI GIUSTIZIATI DAL REGIME IN UN CARCERE MILITARE
IRAN - 5 uomini giustiziati per omicidio a Rajai Shahr
USA - Sondaggio rileva opposizione all'uso effettivamente fatto della pena di morte
PAKISTAN: SCIITA CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA
EGITTO: CONDANNATO A MORTE PER AVER UCCISO CREDITORE GETTANDOLO NEL NILO
KENYA: CONDANNATO A MORTE PER RAPINA A MANO ARMATA
IRAN - Farshad Farzi (Farzin) giustiziato a Ilam il 22 febbraio
IRAN - Mousa Zare giustiziato nella prigione di Isfahan il 22 febbraio
IRAN - Reza Gh. giustiziato a Mashhad il 21 febbraio
IRAN - Uomo non identificato giustiziato a Kashan il 21 febbraio
IRAN - 3 detenuti morti di Coronavirus nella prigione di Karaj, 1 a Ilam
IRAN - Un uomo non identificato giustiziato a Mashhad il 21 febbraio
NIGERIA: DUE POLIZIOTTI CONDANNATI A MORTE PER RAPINA A MANO ARMATA

1 2 3 4 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits