Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Alabama
USA - Alabama
USA - Alabama. L’esecuzione di Alan Miller sospesa dopo due ore di tentativi

22 settembre 2022:

L’esecuzione di Alan Miller sospesa dopo due ore di tentativi
L’esecuzione di Miller era stata fissata da tempo. Il suo caso però è stato al centro di una serie di polemiche, scaturite dal fatto che in Alabama dal giugno 2018 è previsto che un condannato possa chiedere di essere giustiziato con un nuovo tipo di camera a gas, l’ipossia da azoto. Negli scorsi mesi Miller aveva sostenuto di aver presentato regolare domanda perché si usasse questo nuovo metodo, avendo lui sempre avuto paura degli aghi. Alcuni sostengono che Miller avesse scelto questo metodo perché lui, o i suoi avvocati, confidavano nel fatto che, non essendo mai stato usato prima in nessuna parte del mondo, sarebbe stato più facile rallentare la procedura. L’Amministrazione Penitenziaria dell’Alabama ad un certo punto ha sostenuto di non aver mai ricevuto la dichiarazione di Miller, dichiarazione a cui Miller ha replicato sostenendo che evidentemente l’avevano persa, e insisteva per essere giustiziato per ipossia. Nei giorni scorsi una serie di sentenze (giudice (federale) R. Austin Huffaker lunedì, e Corte d’appello (federale) per l’11° Circuito giovedì mattina) gli avevano dato ragione, imponendo allo stato di utilizzare l’ipossia, ma al tempo stesso sospendendo l’esecuzione perché diversi aspetti del nuovo metodo di esecuzione necessitavano di approfondimento. La pubblica accusa ha subito fatto ricorso, e giovedì pomeriggio il caso è stato discusso dalla Corte Suprema degli Stati Uniti, che con un voto 5-4, senza motivazione, aveva semplicemente annullato le sospensioni e ordinato procedere all’esecuzione utilizzando l’iniezione letale. Attendere la decisione della Corte Suprema, giunta poco dopo le 9 di sera, ha generato un ritardo ci circa 3 ore rispetto alla tabella di marcia prevista. Per due ore all’interno della camera della morte gli operatori hanno cercato di inserire un ago nelle vene di Miller, e poco prima della mezzanotte il capo dell’amministrazione penitenziaria, John Hamm, responsabile per l’esecuzione, ha deciso di sospendere la procedura perché non sarebbe stata completata entro la mezzanotte. Come è noto i mandati di esecuzione sono emessi indicando una data precisa, data che scade a mezzanotte. Un condannato non può essere ucciso in un giorno diverso da quello previsto dal mandato.
Miller è stato riportato nella sua cella nel braccio della morte, ha detto Hamm. In una nota la governatrice Kay Ivey (bianca, Repubblicana) dice che "l'esecuzione verrà ripristinata il prima possibile. Nonostante le circostanze che hanno portato all'annullamento di questa esecuzione, nulla cambierà il fatto che una giuria abbia ascoltato le prove di questo caso e abbia preso una decisione. Non cambia il fatto che il signor Miller non abbia mai contestato i suoi crimini. E non cambia il fatto che tre famiglie siano ancora in lutto”.
Miller era stato condannato a morte nel luglio 2000 nella Shelby County dopo aver confessato di aver ucciso 3 colleghi di lavoro il 5 agosto 1999.  Miller avrebbe sparato a Lee Holdbrooks, 32 anni, Scott Yancy, 28 anni, e Terry Jarvis, 39 anni, perché “parlavano male di lui, prendendolo in giro per le sue condizioni mentali.
Lo psichiatra forense che aveva testimoniato per la difesa aveva sostenuto che l’imputato era malato di mente e soffriva di un disturbo delirante, ma non era sufficientemente “grave” da rientrare nei casi di esenzione dalla pena di morte previsti dalla legge dell’Alabama.

Alan Eugene Miller: Alabama halts execution at last minute of inmate who disputed method after determining it could not be completed by midnight deadline, officials say | CNN

(Fonti: CNN, 22/09/2022)

Altre news:
USA - Rapporto: i neri hanno 7,5 volte più probabilità di essere condannati ingiustamente per omicidio
USA - California. Il governatore ha ratificato 2 leggi che ridurranno il braccio della morte
NIGERIA: PER IL GOVERNATORE DI ZAMFARA ‘I BANDITI MERITANO LA PENA CAPITALE’
INDIA: CORTE SUPREMA ANNULLA CONDANNA CAPITALE E CRITICA TRIBUNALI E POLIZIA
IRAN - Qasem Shah Bakhsh giustiziato a Zahedan il 29 settembre
CINA: ALTO FUNZIONARIO CONDANNATO A MORTE PER CORRUZIONE NELLA MONGOLIA INTERNA
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE PER CRIMINI CONTRO L’UMANITA’
IRAN - Morteza Brahui giustiziato a Zahedan il 28 settembre
IRAN - Kiomars Parvaneh e Hasan Hojjati giustiziati a Qazvin il 28 settembre
BANGLADESH: SEQUESTRATORE CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
INDIA: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO NELLO STATO DI CHHATTISGARH
GHANA: CONDANNA ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER DUPLICE OMICIDIO
BANGLADESH: QUATTRO CONDANNE A MORTE CONFERMATE PER L’OMICIDIO DEL GIAPPONESE KUNIO HOSHI
IRAN - Almeno 76 manifestanti uccisi dalle forze di sicurezza
MACERATA: 28 SETTEMBRE CONFERENZA ‘CARCERE: ALZARE NUOVE MURA O ABBATTERE LE VECCHIE’
NIGERIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA RAGAZZA
CONDANNATA A CINQUE MESI, EVELYN CHIUSA IN CELLA PER UN REATO PRESCRITTO
CINA: EX VICEMINISTRO DELLA PUBBLICA SICUREZZA CONDANNATO A MORTE CON DUE ANNI DI SOSPENSIONE
IRAN - 54 manifestanti uccisi dalle forze di sicurezza
CARCERE: L’UNICA RIFORMA POSSIBILE E’ L’ABOLIZIONE
ITALIA – Iran. Manifestazione davanti all'ambasciata iraniana a Roma
CINA: ALTO FUNZIONARIO CONDANNATO A MORTE (CON PENA SOSPESA) PER TANGENTI
INDIA: DUE CONDANNATI A MORTE PER L’UCCISIONE DI UNA FAMIGLIA
GIAPPONE: STOP ALL’ADDESTRAMENTO DI MILITARI BIRMANI A SEGUITO DELLE ESECUZIONI DI ATTIVISTI
IRAN - 31 manifestanti uccisi dalle forze di sicurezza
CINA: PENA CAPITALE CONFERMATA PER UOMO CHE FECE UCCIDERE LA FIDANZATA DA DUE COMPLICI
LA GUINEA EQUATORIALE ABOLISCE LA PENA DI MORTE
THAILANDIA: CONDANNATA A MORTE PER GLI OMICIDI DEI PROPRI FIGLI
IRAN - Sirus Sha'alani giustiziato a Karaj il 19 settembre

1 2 3 [Succ >>]
2024
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits