Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Saddam Hussein, alle sue spalle i co-imputati
Saddam Hussein, alle sue spalle i co-imputati
NTC. ‘CONDANNA A MORTE DI SADDAM SAREBBE RITORNO AL PASSATO’

19 ottobre 2005: “Una condanna a morte di Saddam Hussein non sarebbe certo il modo migliore di presentarsi del nuovo Iraq, perché non ci sarebbe soluzione di continuità rispetto al passato”, ha dichiarato Sergio D’Elia, segretario di Nessuno tocchi Caino, nel commentare l’inizio del processo contro l’ex dittatore iracheno.
In questo primo processo Saddam, insieme ad altri sette esponenti del vecchio regime baathista, è imputato del massacro di Dujail, cittadina a nord di Baghdad, dove nel 1982 furono trucidati 143 sciiti, all’indomani di un fallito attentato contro l’ex dittatore.  
“Saddam si è reso responsabile di migliaia se non di decine di migliaia di esecuzioni capitali e non solo di quelle sommarie”, ha continuato il Segretario di NtC. “Una sua condanna alla pena capitale tradirebbe le ragioni più nobili per cui si è ritenuto necessario intervenire in quel paese e liberarlo dal suo dittatore. Una condanna a morte di Saddam Hussein avrebbe una negatività enorme in particolare sui Paesi europei impegnati nella coalizione, Paesi tutti abolizionisti che si renderebbero “collaborazionisti” di un processo che si concludesse con una condanna “esemplare” alla pena capitale. Sarebbe un tradimento degli statuti, dei trattati, dei principi che ispirano non solo le carte costituzionali dei singoli Paesi europei ma della stessa Costituzione europea che a chiare lettere dice ‘No’ alla pena capitale”.
Sulla possibilità che il processo si trasformi in una vendetta da parte dei vincitori, D’Elia ha commentato: “Le alternative erano due: o il processo interno, ed è stata la scelta fatta; o un processo internazionale, che andava però costruito investendo una corte ad hoc che garantisse il rispetto degli standard internazionali per un giusto processo. Questo doveva essere fatto. E doveva essere sollecitato dai paesi impegnati in Iraq e fatto proprio, attraverso l’Onu, dalla comunità internazionale. Doveva essere questa la strada da imboccare. Ma così non è stato. E anche per ciò che concerne il processo interno, i paesi impegnati in Iraq avrebbero dovuto farsi garanti del rispetto degli standard internazionali per un giusto processo, evitando che il processo finisca per rivelarsi come un regolamento di conti interno. Ricordo che un anno fa Kofi Annan si era rifiutato di impegnare tecnici, strutture, istituzioni dell’Onu per l’addestramento di personale giuridico, magistrati, e tecnici del diritto iracheni, perché, aveva spiegato il Segretario Generale dell’Onu, nell’ordinamento iracheno era contemplata la pena di morte. Si è trattato di una presa di posizione coraggiosa che l’Europa abolizionista avrebbe dovuto far propria e sostenere con forza. Invece si è preferito il balbettio, se non il silenzio. Un silenzio indegno che disonora l’Europa.
Per quanto ci riguarda, anche per Saddam vale il nostro “Nessuno tocchi Caino”. Ciò che difendiamo non è la sua impunità ma la sua incolumità”. (Fonti: L'Unità, 19/10/2005)

Altre news:
INDIA. PAKISTANO CONDANNATO A MORTE PER TERRORISMO
BANGLADESH. CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
BANGLADESH. SEI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO CREDITORE
ARABIA SAUDITA. QUATTORDICENNE IN ATTESA DI ESECUZIONE
AUSTRALIA. I ‘NOVE DI BALI’ RISCHIANO CONDANNA A MORTE, POLIZIA DIFENDE PROPRIO OPERATO
MISSOURI. QUINTA ESECUZIONE DELL’ANNO
OHIO. TERZA ESECUZIONE DALL’INIZIO DELL’ANNO
GHANA. MINISTRO DELLA GIUSTIZIA PROPONE ABOLIZIONE PENA DI MORTE
CALIFORNIA. RESTA FISSATA AL 13 DICEMBRE ESECUZIONE ‘TOOKIE’ WILLIAMS
AUSTRALIA. ANCORA UN APPELLO DEL GOVERNO PER GRAZIA A NGUYEN
SINGAPORE. SEMPRE PIU’ VICINA ESECUZIONE CITTADINO AUSTRALIANO
IRAQ. SONO QUATTORDICI I DETENUTI NEL BRACCIO DELLA MORTE
EMIRATI ARABI. COMMUTATA CONDANNA A MORTE PER DROGA
SRI LANKA. CONDANNATO A MORTE PER 4,6 GRAMMI DI EROINA
TEXAS. GIUSTIZIATO QUINDICESIMO DETENUTO DA INIZIO ANNO
INDIA. PRESIDENTE ESORTA GOVERNO A RICONSIDERARE LA GRAZIA
BANGLADESH. ATTENDE ESECUZIONE PER CRIMINE COMMESSO A 14 ANNI
THAILANDIA. ITALIANO RISCHIA PENA DI MORTE PER DROGA
NEW YORK. NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA RAPPORTO 2005 ALLE NAZIONI UNITE
USA. DPIC, ‘NASCOSTE ALLE GIURIE INFORMAZIONI DETERMINANTI’
IRAN. CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL MARITO
LIBIA. ‘NO’ DI TRIPOLI ALLA RICHIESTA USA DI LIBERARE LE INFERMIERE BULGARE
STATI UNITI. BUSH CHIEDE ALLA LIBIA DI LIBERARE LE INFERMIERE BULGARE
TENNESSEE. PER LA CORTE SUPREMA L’INIEZIONE LETALE NON E' CRUDELE
GIAPPONE. TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI COMMESSI A 18 E 19 ANNI
IRAN. CONDANNATA ALLA LAPIDAZIONE PER ADULTERIO
CINA. OTTO CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI ARMI
KIRGHIZISTAN. VERSO L’ELIMINAZIONE DELLA PENA CAPITALE DALLA COSTITUZIONE
UNIONE EUROPEA. ‘PEGGIORA LA SITUAZIONE DEI DIRITTI UMANI IN IRAN’
RUSSIA. ‘DOBBIAMO ABOLIRE LA PENA DI MORTE SUBITO’

1 2 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits