Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Il voto all’Assemblea Generale Onu di New York
Il voto all’Assemblea Generale Onu di New York
ONU. CONSIGLIO DIRITTI UMANI, SEGGI A CINA, CUBA E ARABIA SAUDITA

9 maggio 2006: l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha eletto i 47 membri del Consiglio per i Diritti Umani, il nuovo organismo che sostituisce la Commissione Diritti Umani.
Tra i paesi eletti - scelti tra 63 candidati - compaiono la Cina, Cuba, l’Arabia Saudita e la Russia; niente da fare invece per l’Iran ed il Venezuela. Il Consiglio si insedierà il prossimo 19 giugno. Secondo il direttore esecutivo di Human Rights Watch, Kenneth Roth, il Consiglio è decisamente migliorato rispetto alla screditata Commissione perché molti Paesi accusati di violazioni che erano membri – tra cui Sudan, Zimbabwe, Libia, Congo, Siria, Vietnam, Nepal, Sri Lanka, Eritrea ed Etiopia - non si sono candidati per ottenere seggi.
“I governi che hanno la tradizione di cercare di indebolire la protezione dei diritti umani attraverso la loro adesione alla vecchia Commissione sono al Consiglio una minoranza notevolmente ridotta”, ha detto Roth. Yvonne Terlingen, rappresentante alle Nazioni Unite di Amnesty International, ha spiegato di essere "abbastanza soddisfatta" che i Paesi eletti forniscano una buona base per un nuovo "organismo forte ed efficace per i diritti umani". "Alcune nazioni sono state elette con un background lacunoso sulle libertà individuali, ma anche loro sono ora impegnate a sostenere i massimi standard sui diritti umani".
Gli Stati Uniti hanno avversato la creazione del Consiglio, che a loro giudizio non fa abbastanza per prevenire che ottenga seggi chi viola i diritti umani. Washington ha quindi deciso di non candidarsi.
Kristen Silverberg, vice segretario di stato Usa, ha affermato: "Nel complesso, crediamo che ci sia un miglioramento rispetto alla Commissione. Siamo determinati a impegnarci attivamente nelle prossime settimane con tutti i membri eletti... per garantire che questo organismo sia efficace. Crediamo che l'esame vero per questo consiglio sia la capacità di prendere iniziative adeguate in casi seri di violazioni di diritti umani come in Darfur, Burma, Corea del Nord e altri posti".
Anche l'Italia, che a marzo ha accettato la riforma come del resto tutta l'Unione Europea, ha mosso riserve e non si è presentata per essere eletta.
La Russia si è candidata nel gruppo regionale più conteso, l'Europa dell'Est, dove si sono presentati tredici Paesi per sei seggi. E' stato il solo gruppo dove è stato necessario un secondo turno di votazioni. Gli altri prescelti sono: Azerbaijan, Repubblica Ceca, Polonia, Romania e Ucraina. Per l'Africa i tredici eletti sono: Algeria, Camerun, Gibuti, Gabon, Ghana, Mali, Mauritius, Marocco, Nigeria, Senegal, Sudafrica, Tunisia e Zambia. I tredici asiatici prescelti sono: Bangladesh, Bahrein, Cina, India, Indonesia, Giappone, Giordania, Malaysia, Pakistan, Filippine, Corea del Sud, Arabia Saudita e Sri Lanka. La sconfitta dell'Iran in questa categoria "mostra soltanto la loro mancanza di peso nella comunità internazionale", ha spiegato Richard Grenell, portavoce della missione Usa alle Nazioni Unite. In America Latina e Caraibi, la scelta è caduta su Argentina, Brasile, Cuba, Ecuador, Guatemala, Messico, Perù e Uruguay. I sette Paesi eletti per il blocco occidentale sono Gran Bretagna, Canada, Finlandia, Francia, Germania, Olanda e Svizzera.
Mentre Cuba definisce la sua elezione "una vittoria", la dissidenza cubana ha nel complesso condannato l'elezione del Paese nel nuovo Consiglio dell'Onu per i diritti umani, definendola per lo piu' ''un errore''. Dal canto suo, Maria Beatriz Roque - altra figura di spicco del dissenso, liberata nel 2004 per ragioni di salute dopo la condanna a una lunga pena detentiva - ha definito ''un errore'' la scelta dell'Assemblea generale dell'Onu. ''Come dissidente e come persona, ho visto io stessa queste violazioni dei diritti umani'', ha detto Roque, un'economista di 61 anni, riferendosi all'aggressione da lei subita nella sua abitazione il 25 aprile scorso ad opera di individui che agivano
per conto della polizia politica. (Fonti: Apcom, Ansa, Afp, 10/05/2006)

Altre news:
FILIPPINE. INIZIATO DIBATTITO PARLAMENTARE SULL’ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE
TEXAS. SOSPENSIONE REVOCATA, VIA LIBERA ALL’INIEZIONE LETALE
TEXAS. CORTE D’APPELLO SOSPENDE INIEZIONE LETALE
RUSSIA. KULAYEV HA COMMESSO UN 'ATTO DI TERRORISMO'
BIRMANIA. DUE CONDANNATI A MORTE AD APRILE
PAKISTAN. APPELLO DI LONDRA PER SALVARE BRITANNICO CONDANNATO A MORTE
IRAN. IMPICCATI A 17 E 20 ANNI PER OMICIDIO E STUPRO
ZAMBIA. DUE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
VIETNAM. TRE CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
SINGAPORE. 34.000 FIRME CONTRO L’ESECUZIONE DI TOOK LENG HOW
NTC: A RISCHIO LA CREDIBILITA’ DEL NUOVO CONSIGLIO ONU
ARABIA SAUDITA. DUE INDIANI CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
REGNO UNITO. ‘SE RIMPATRIATA IN IRAN RISCHIO LA LAPIDAZIONE’
COREA DEL SUD. COMMISSIONE DIRITTI UMANI SI OCCUPERA’ DEL CONDANNATO NORD-COREANO
EGITTO. DUE FRATELLI A RISCHIO DI IMMINENTE ESECUZIONE
IRAN. IMPICCATO NEL KHUZESTAN PER OMICIDIO
VIRGINIA, USA. ESONERATO DAL BRACCIO DELLA MORTE E RISARCITO
IRAN. ‘GRAVE PREOCCUPAZIONE’ DELLA UE PER AUMENTO ESECUZIONI
TEXAS, USA. OTTAVA ESECUZIONE DELL’ANNO NELLO STATO
IRAN. CONDANNATI A MORTE GIOVANI DI 17 E 26 ANNI
STATI UNITI. CONDANNA ALL’ERGASTOLO PER MOUSSAOUI
IRAN. CONFERMATA CONDANNA CAPITALE PER OMICIDIO
TEXAS. ‘AVETE GIUSTIZIATO UN INNOCENTE’
OHIO, USA. INIEZIONE LETALE CON ‘PROBLEMI TECNICI’
CINA. SE RIMPATRIATI TRE UIGURI RISCHIANO L’ESECUZIONE
ZAMBIA. CORTE SUPREMA, QUATTRO CONDANNE CAPITALI APPROVATE E UNA ANNULLATA
IRAN. IMPICCATA IN PUBBLICO PER OMICIDIO
SOMALIA. RAGAZZO GIUSTIZIA ASSASSINO DEL PADRE
KUWAIT. CINQUE IMPICCATI PER OMICIDIO, STUPRO E TRAFFICO DI DROGA
STATI UNITI. NUOVO GIUDICE CORTE SUPREMA S. ALITO PER ANNULLAMENTO CONDANNA

[<< Prec] 1 2
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits