Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Jermaine Wright
Jermaine Wright
DELAWARE (USA): JERMAINE WRIGHT SCARCERATO DEFINITIVAMENTE

12 settembre 2016: Jermaine Wright è stato di nuovo scarcerato, questa volta definitivamente. Wright, 43 anni, nero, era stato condannato a morte nel 1992 con l’accusa di aver ucciso, durante una rapina ad un negozio di liquori il 14 gennaio 1991, il commesso Phillip Seifert, 66 anni.
Il verdetto di colpevolezza era stato annullato il 3 gennaio 2012 dal giudice John A. Parkins che aveva definito “molto deboli se non inesistenti” le prove contro Wright.
Nessuna prova fisica, l’arma del delitto non è stata ritrovata, nessuna impronta digitale o di scarpa, nessuna immagine di videocamere di sorveglianza, e testimoni che non lo hanno riconosciuto nel corso di confronti.
A parte una confessione videoregistrata, che però il giudice Parkins ha ridimensionato, definendola “chiaramente rilasciata in condizioni anormali da una persona sotto l’effetto dell’eroina”, contro Wright c’era solo la testimonianza di un detenuto che asseriva di averlo sentito confessare il crimine, ma anche questa testimonianza in seguito è stata ritrattata.
Il giudice Parkins aveva poi rilevato che alcuni importanti elementi che avrebbero potuto essere molto favorevoli per la difesa erano stati tenuti nascosti dalla pubblica accusa, ad esempio il fatto che in zona fossero state effettuate altre rapine con modalità quasi identiche.
Contro quella sentenza aveva fatto ricorso la pubblica accusa. Il 24 maggio 2013 la Corte Suprema di stato aveva annullato 4-1 l’annullamento stabilendo che il giudice Perkins non avrebbe dovuto occuparsi del tema della confessione contestata, perché era già stata affrontata compiutamente nei ricorsi presentati dall’imputato in precedenza, e che la circostanza di altre rapine effettuate nella zona non sembrava, da sola, sufficiente a superare l’importanza della confessione videoregistrata.
Il 19 maggio 2014 la stessa Corte Suprema di stato aveva esaminato ulteriori elementi presentati dalla difesa, ed aveva stabilito che “l’effetto cumulativo dei nuovi elementi forniti dalla difesa era sufficiente ad annullare il verdetto di colpevolezza e richiedere un nuovo processo”.
Nel nuovo processo il giudice Perkins aveva accolto la richiesta della difesa di escludere la confessione dalle prove a disposizione della pubblica accusa.
La pubblica accusa il 2 febbraio 2015 aveva preso atto dell’ordine scritto del giudice Perkins, ed aveva ritirato tutte le accuse. Wright  era stato scarcerato il 2 febbraio 2015.
Contro quella decisione la pubblica accusa aveva fatto ricorso alla Corte Suprema di Stato chiedendo di poter celebrare il processo davanti ad un altro giudice, e di poter utilizzare nel nuovo processo la vecchia confessione.
Il 12 gennaio 2015 la Corte Suprema aveva accolto il ricorso dell’accusa, e il 15 gennaio 2016 Wright si era costituito.
Oggi Wright ha accettato un accordo con la pubblica accusa, un accordo che viene chiamato “no contest”, in cui l’imputato accetta l’imputazione (in questo caso omicidio di 2° grado) ma al tempo stesso non si dichiara colpevole. In cambio di questo accordo Wright è stato condannato a “non più di 20 anni”, e il giudice Eric Davis ne ha disposto l’immediata scarcerazione in considerazione dei 24 anni già scontati. Il difensore di Wright, Herbert Mondros, ha voluto ricordare che Wright si è sempre dichiarato innocente da quando è stato arrestato all’età di 18 anni, e l’accordo di oggi conferma la sua impostazione.
Il rappresentante della pubblica accusa, Steve Wood, ha commentato che quando passa troppo tempo è difficile rifare un processo, i ricordi delle persone cambiano, qualche prova viene smarrita, e considerato lo stato delle prove, e il tempo passato, la soluzione odierna è appropriata. (Fonti: delawlareonline.com, 12/09/2016)

Altre news:
NESSUNO TOCCHI CAINO: ITALIA SOLLEVI QUESTIONE PENA DI MORTE IN IRAN AL CONSIGLIO DIRITTI UMANI DI GINEVRA
IRAN: TRE IMPICCATI NEL CARCERE DI SHIRAZ
OKLAHOMA (USA): ESECUZIONI SOSPESE PER ALMENO DUE ANNI
GIAPPONE: CONDANNA A MORTE CONFERMATA PER PLURIOMICIDA
EGITTO: GIOVANE CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEL PADRE
INVITO ALLA PRIMA PROIEZIONE NAZIONALE DEL DOCUFILM ‘SPES CONTRA SPEM’ NEL CARCERE DI OPERA
TANZANIA: 21 CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI DI ALBINI
CINA: ‘CONTROLLIAMO RIGOROSAMENTE LA PENA DI MORTE’
VIETNAM: DUE CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
IRAN: 17 PRIGIONIERI IMPICCATI NEL CARCERE DI VAKILABAD
IRAN: IMPICCATO A MASHHAD PER DROGA
IRAN: SETTE DETENUTI IMPICCATI PER DROGA A BANDAR ABBAS
CIPRO: ELIMINATA DA COSTITUZIONE DISPOSIZIONE CHE CONSENTE PENA DI MORTE
SIERRA LEONE: DUE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
IRAQ: GIOVANE PALESTINESE GIUSTIZIATO PER TERRORISMO
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO CON ACIDO
THAILANDIA: TRE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN SINDACO
SOMALIA: AL-SHABAAB DECAPITA DUE ANZIANI PER ‘SOSTEGNO AL GOVERNO”
EGITTO: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER LEGAMI COL DAESH
IRAN: 22ENNE IMPICCATO PER OMICIDIO
BANGLADESH: LEADER ISLAMISTA IMPICCATO PER CRIMINI DI GUERRA
BANGLADESH: CINQUE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
SRI LANKA: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
SRI LANKA: CONDANNATI A MORTE 23 ANNI DOPO L’OMICIDIO
GHANA: SONO 137 I PRIGIONIERI NEL BRACCIO DELLA MORTE

[<< Prec] 1 2
2022
gennaio
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits