Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Federica Mogherini
Federica Mogherini
IRAN: APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO A FEDERICA MOGHERINI SU PENA DI MORTE E DIRITTI UMANI

21 novembre 2016: Nessuno tocchi Caino rivolge un appello a Federica Mogherini, l’Alto Rappresentante per la Politica Estera dell’Unione europea, perché ponga “la questione della pena di morte e più in generale del rispetto dei Diritti Umani al centro di incontri, relazioni, intese, piani di aiuto e sviluppo, anche economici e commerciali, con la Repubblica Islamica dell’Iran”. L’appello, sostenuto da intellettuali come Liliana Cavani, Erri De Luca, Roberta Mazzoni, Francesco Patierno, Marco Risi, Susanna Tamaro, Sandro Veronesi e Marco Vichi, sarà presentato, insieme al nuovo Rapporto sulla pena di morte in Iran, nel corso del seminario “Business Italia-Iran: un’analisi costi benefici” patrocinato da United Against Nuclear in Iran (UANI), che si svolge domani 22 novembre presso il Senato della Repubblica, “Sala di S. Maria in Aquiro” h. 16.
“Se nei primi sei mesi del 2016, dopo l’entrata in vigore a gennaio dell’accordo sul nucleare e la revoca delle sanzioni, la bilancia nei rapporti commerciali fra Iran e Unione europea ha registrato un saldo positivo con una crescita su base annua del 43% - si legge nell’appello - la bilancia della giustizia e dei diritti umani nei rapporti tra regime dei Mullah e cittadini iraniani continua a registrare un saldo negativo sotto molti aspetti”.
Dal Rapporto di Nessuno tocchi Caino emerge infatti che almeno 2.691 prigionieri sono stati giustiziati in Iran dall’inizio della presidenza di Rouhani (tra il 1° luglio 2013 e il 13 novembre 2016).
Nel 2016, al 13 novembre, sono state effettuate almeno 477 esecuzioni, di cui 186 (circa il 40%) sono state riportate da fonti ufficiali iraniane (siti web della magistratura, televisione nazionale, agenzie di stampa e giornali statali), mentre 291 casi (circa il 60%) sono stati segnalati da fonti non ufficiali (organizzazioni non governative per i diritti umani o altre fonti interne iraniane). Questi dati appaiono significativamente inferiori rispetto al numero di esecuzioni effettuate nello stesso periodo del 2015 (anno in cui vi sono state almeno 970 esecuzioni, numero tra i più alti nella storia recente dell’Iran), ma sono sempre allarmanti, anche perché il numero effettivo delle esecuzioni è probabilmente molto superiore ai dati registrati da Nessuno tocchi Caino.
I reati che hanno motivato le condanne a morte eseguite nel 2016 sono così suddivisi in termini di frequenza: traffico di droga (282 esecuzioni, di cui 72 riportate da fonti ufficiali iraniane); omicidio (118, di cui 64 ufficiali); stupro (29, di cui 26 ufficiali); “terrorismo” (23, riportate da fonti ufficiali); reati politici e non violenti (4, di cui 2 ufficiali); moharebeh (fare guerra a Dio), rapina, estorsione e “corruzione in terra” (4, di cui 3 ufficiali). In almeno 17 altri casi, non sono stati specificati i reati per i quali i detenuti sono stati trovati colpevoli.
Le esecuzioni pubbliche sono continuate nel 2016 con almeno 24 persone che sono state impiccate sulla pubblica piazza (21 riportate da fonti ufficiali iraniane). Anche le esecuzioni di donne e minorenni sono continuate nel 2016. Al 13 novembre, le donne giustiziate sono state almeno 10 (8 per droga e 2 per omicidio), ma solo nel caso di 3 di loro c’è stata la conferma ufficiale delle autorità iraniane. Mentre le esecuzioni di minorenni al momento del fatto sono state almeno 5 (2 per casi di omicidio, 2 per droga e 1 per sodomia). Nessun caso è stato riportato da fonti ufficiali iraniane.
Non c’è solo la pena di morte, secondo i dettami della Sharia iraniana, ci sono anche torture, amputazioni degli arti, fustigazioni e altre punizioni crudeli, disumane e degradanti. Sconvolgente la notizia, riportata da fonti ufficiali, dell’8 novembre 2016, secondo la quale, in una prigione vicino Teheran è stata eseguita una sentenza di accecamento.

Altre news:
ARABIA SAUDITA: TRE CONDANNE A MORTE E UNA AL CARCERE
BIELORUSSIA: FINO A TRE ESECUZIONI DAL 5 NOVEMBRE
ARABIA SAUDITA: DUE YEMENITI GIUSTIZIATI PER OMICIDIO
SUDAN: MILITARE CONDANNATO A MORTE PER STUPRO
BANGLADESH: SEI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
MALDIVE: DUE MINORI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
NIGERIA: ASSEMBLEA DI LAGOS APPROVA PENA DI MORTE PER I SEQUESTRATORI
BIELORUSSIA: GIUSTIZIATO PRIGIONIERO DEL BRACCIO DELLA MORTE
USA: DYLANN ROOF AUTORIZZATO A DIFENDERSI DA SOLO
GAZA: CONFERMATA CONDANNA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN MINORE
IRAN: UN ALTRO MINORENNE CONDANNATO A MORTE
IRAN: UN IMPICCATO PER DROGA E DUE PER OMICIDIO
IRAN: CORTE SUPREMA ANNULLA CONDANNA A MORTE DEL MILIARDARIO ZANJANI
FIRENZE: PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO 2016 DI NESSUNO TOCCHI CAINO ‘LA PENA DI MORTE NEL MONDO’
SRI LANKA: 18 CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
PAKISTAN: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: CINQUE IMPICCATI PER DROGA
PAKISTAN: IMPICCATO PER OMICIDIO
NIGERIA: NELLO STATO DI KANO PENA DI MORTE PER I SEQUESTRATORI
IRAN: QUATTRO IMPICCATI IN PUBBLICO
PAKISTAN: CINQUE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER L’UCCISIONE DELLA COPPIA CRISTIANA
BANGLADESH: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
ANTIGUA: DUE RILASCIATI DAL BRACCIO DELLA MORTE
PAKISTAN: CAPO DI STATO MAGGIORE CONFERMA 10 CONDANNE A MORTE PER TERRORISMO
NIGERIA: TRE GIOVANI CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
EGITTO: ANNULLATA UNA CONDANNA ALL’ERGASTOLO DI MORSI
SINGAPORE: LA COMMISSIONE INTERNAZIONALE DEI GIURISTI CHIEDE L’INTRODUZIONE DI UNA MORATORIA
VIETNAM: CONDANNA A MORTE COMMUTATA PER TRAFFICANTE AUSTRALIANA
PUNTLAND: TRIBUNALE MILITARE EMETTE DUE CONDANNE CAPITALI PER APPARTENENTI ALLO STATO ISLAMICO
MALESIA: PADRE DI CINQUE FIGLI CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA

1 2 3 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits