Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

LA VIRGINIA ABOLISCE LA PENA DI MORTE, DIRETTA DISCENDENTE DEL LINCIAGGIO

13 febbraio 2021:

Valerio Fioravanti

Il 3 e il 5 febbraio Senato e Camera della Virginia hanno approvato l’abolizione della pena di morte. Il Senato la sostituirebbe con l’ergastolo “semplice”, la Camera con l’ergastolo senza condizionale. La differenza tra i due ergastoli verrà discussa nei prossimi giorni da una commissione bicamerale che troverà un compromesso. Poi la legge andrà dal Governatore per la ratifica. Non ci saranno imprevisti, considerato che Ralph Northam già durante la campagna elettorale si era dichiarato contrario alla pena di morte per valutazioni morali, ma soprattutto per valutazioni economiche. Già, perché la nuova legge è stata valutata non solo dalle Commissioni Giustizia, ma anche dalle Commissioni Finanze delle rispettive camere. Attualmente la Virginia ha due uomini (di colore) nel braccio della morte. Da un punto di vista economico la valutazione è stata semplice: mantenere due ergastolani in carcere costa 77.000 dollari l’anno, mantenere due condannati a morte costa, sol
 o di spese legali, 4 milioni di dollari l’anno. Questo perché, per legge, a chi rischia l’esecuzione devono essere assicurate garanzie supplementari rispetto agli imputati “normali”: ha diritto a un numero quasi illimitato di ricorsi e ad avvocati e periti d’ufficio che siano di buon livello. Come ha constatato il Parlamento, solo tenere in piedi l’agenzia statale che fornisce e retribuisce gli avvocati d’ufficio (il “Capital Defender Service”) costa al contribuente della Virginia 4 milioni di dollari ogni anno. Non a caso, molti sostengono che in caso di errore giudiziario sia meglio essere condannati a morte che non a vita: il condannato a morte può continuare a fare affidamento su buoni avvocati, mentre il condannato a vita dopo la sentenza di primo grado viene sostanzialmente “abbandonato”. Dal 1972 a oggi, 172 condannati a morte sono stati riconosciuti innocenti e rimessi in libertà.
Con il voto di questa settimana la Virginia diventa il 23° Stato degli Usa a eliminare dai propri statuti la “punizione massima”. Gli Stati abolizionisti sono quasi tutti collocati nella fascia ricca del Nordest. Nella tradizionale suddivisione degli Stati in 4 macroregioni (West, Midwest, Northeast, South), la Virginia è il primo Stato del Sud a chiudere con l’antica pratica delle esecuzioni. In realtà la Virginia non è proprio a sud, anzi, confina con la capitale Washington, da cui è divisa solo dal fiume Potomac. È considerata “Stato del Sud” perché, con le sue piantagioni di tabacco e cotone, e le decine di migliaia di schiavi di pertinenza, ai tempi della Guerra di Secessione è stata un caposaldo dei Confederati. Affacciata sull’Atlantico, oggi ha quasi 9 milioni di abitanti, e probabilmente la sua “industria” più famosa nel mondo è la sede centrale della Cia, a Langley, a 200 metri dalle rive del Potomac.
Nella storia ufficiale della pena di morte – quindi, esecuzioni giudiziarie, non linciaggi o esecuzioni extragiudiziali – nordamericana, la Virginia detiene un record: ha registrato, nel 1608, quando ancora era colonia britannica, la prima esecuzione di cui ci sia traccia formale nei registri. Nel corso dei 4 secoli successivi ha messo a morte 1.389 persone, più persone di qualsiasi altro Stato, compreso il famigerato Texas. Non a caso i parlamentari Democratici che hanno spinto per l’abolizione (con l’aggiunta di 3 Repubblicani) sono stati chiari: “La pena di morte è la diretta discendente del linciaggio. È razzismo sponsorizzato dallo Stato”.
Negli ultimi tempi, tuttavia, il ricorso alla pena di morte è molto diminuito: 10 esecuzioni negli ultimi 10 anni, l’ultima nel 2017, mentre nel braccio della morte ci sono solo 2 uomini. Pur non sapendo ancora quale tipo di ergastolo si profili per Anthony Juniper, 50 anni, nero, condannato nel 2005, e per Thomas Porter, 46 anni, nero, condannato nel 2007, sappiamo però che negli Stati Uniti ci sono circa 100.000 persone condannate all’ergastolo, o meglio, a uno dei 3 tipi di ergastolo presenti nelle statistiche giudiziarie: l’ergastolo “semplice”, che prevede la possibilità di libertà condizionale dopo 20 o 25 anni; l’ergastolo senza condizionale, che non prevede sconti di pena; e l’ergastolo “equivalente”, ossia chi viene condannato a più di 60 anni.
Principale sostenitore della legge alla Camera è stato un ex pubblico ministero, Michael Mullin, che è stato categorico: “Lo stato non deve uccidere i propri cittadini”.

Altre news:
‘CASO PIÙ RARO TRA I RARI’, PER LA PRIMA VOLTA UNA DONNA VERSO LA FORCA IN INDIA
THAILANDIA: CONDANNE CAPITALI PER TRAFFICO DI DROGA E RICICLAGGIO DI DENARO
IRAN - Zahra Esmaili era già morta quando è stata impiccata
USA - 11 nuovi nomi aggiunti alla “Innocence List”
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UN MINORENNE RITARDATO
BANGLADESH: CONDANNE A MORTE CONFERMATE PER 10 ISLAMISTI
IRAN - Il 17 febbraio altri 2 uomini sono stati giustiziati a Rajai Shahr
IRAN - Una donna e 6 uomini giustiziati il 17 febbraio a Rajai Shahr
BANGLADESH: 6 CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
GIORDANIA: ANNULLATA CONDANNA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
INDIA: PRESIDE CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO DI UNA SCOLARA
BANGLADESH: 5 CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DEL BLOGGER AVIJIT ROY
ARABIA SAUDITA: CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA DOMESTICA DEL BANGLADESH
NIGERIA: EX POLIZIOTTO CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Ali Dadfari-Mazandarani giustiziato il 16 febbraio nella prigione di Boroujerd.
MYANMAR: LA GIUNTA MILITARE GRAZIA PIÙ DI 23.000 PRIGIONIERI
USA - Le esecuzioni federali sono state probabilmente eventi superdiffusori del COVID
SOMALILAND: CONDANNA A MORTE CONFERMATA PER CITTADINO NORVEGESE
IRAN - L'Iran nega che il cittadino arrestato in Turchia sia un dipendente del consolato
IRAN - Saeed Ali-Mohammadi giustiziato nella prigione di Nour il 14 febbraio
STORIE DAL 41 BIS: VIETATO ESSERE PERSONE
IRAN - Jamaluddin Brahui e Mohammad Barahui giustiziati nella prigione di Birjand il 13 febbraio
SRI LANKA: PROROGATA LA SOSPENSIONE DELLE ESECUZIONI
ARABIA SAUDITA: COMMUTATA LA CONDANNA CAPITALE DELL’INGEGNERE EGIZIANO
IRAN - Mansour Ghazagh giustiziato il 13 febbraio nella prigione di Birjand
IRAN - Bahavar Tanazi giustiziato nella prigione di Meshgin Shahr il 13 febbraio
Iran - Un altro diplomatico iraniano arrestato per terrorismo.
SUDAN: IMPICCATA PER L’OMICIDIO DELLA SORELLA MINORE
USA - Alabama La Corte Suprema degli Stati Uniti ha sospeso l’esecuzione di Willie B. Smith.
BANGLADESH: OTTO ISLAMISTI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDO DI UN EDITORE

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits