Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Terre Haute
USA - Terre Haute
USA - Le esecuzioni federali sono state probabilmente eventi superdiffusori del COVID

15 febbraio 2021:

Associated Press rileva che le esecuzioni federali sono state probabilmente eventi superdiffusori del COVID
Nella prigione federale di Terre Haute, tra il luglio 2020 e il gennaio 2021 sono state effettuate 13 esecuzioni.
Nei dieci giorni successivi all'esecuzione (10 dicembre 2020) di Brandon Bernard, il 70% dei detenuti nel braccio della morte federale e centinaia di altri detenuti nei “normali” reparti di alta sicurezza di Terre Haute sono risultati positivi. Almeno una dozzina di altre persone che hanno partecipato alle esecuzioni, inclusi testimoni dei media, un consulente spirituale e personale penitenziario, hanno contratto la malattia. Secondo Associated Press, tale “superdiffusione” è stata causata da test inadeguati, resistenza al tracciamento dei contatti e pratiche inadeguate di distanziamento sociale.
Chi ha gestito le esecuzioni ha ignorato le norme di sapute pubblica in vigore nel paese, e i consigli medici indirizzati espressamente a questa situazione.
L'11 gennaio 2021, due giorni prima dell'esecuzione di Lisa Montgomery, James L. Madara, vicepresidente esecutivo dell'American Medical Association, aveva indirizzato una nota al Department of Justice (il ministero della giustizia) in cui scriveva: "Questi sono il tipo di eventi superspreader ad alto rischio contro cui l'American Medical Association e i Centers for Disease Control and Prevention hanno messo in guardia durante la pandemia".
Secondo quanto riferito, il personale della prigione di Terre Haute ha consigliato ai colleghi provenienti da altre carceri di sbrigarsi a tornare a casa prima che venissero effettuati test antivirus, in modo da riuscire ad evitare di essere messi in quarantena in Indiana.
Il Dipartimento di Giustizia, sostenendo di non avere responsabilità e di aver dovuto rispettare le decisioni dei singoli agenti, ha risposto a un quesito di un giudice dichiarando che solo sei membri della squadra che ha condotto l'esecuzione del 19 novembre 2020 di Orlando Hall hanno scelto di essere testati mentre si trovavano a Terre Haute. Tutti e sei sono risultati negativi, ma nel giro di pochi giorni otto membri del team sono risultati positivi. Solo poche settimane dopo, 5 di questi 8 sono stati riportati a Terre Haute per lavorare ad altre esecuzioni, con una procedura che il Bureau of Prisons (BOP, l’Amministrazione Penitenziaria federale) ritiene corretta perché ha rispettato il termine di 10 giorni di quarantena prescritto dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC) dopo un test positivo.
Anche Yusuf Ahmed Nur, il consigliere spirituale di Hall, è risultato positivo dopo l'esecuzione. "Non potevo dire di no a un uomo che sarebbe stato presto ucciso", ha scritto Nur. "Il fatto di aver contratto il COVID-19 durante la procedura di esecuzione è stato un danno collaterale" delle esecuzioni effettuate durante la pandemia.
Quando due testimoni dei media hanno informato il BOP di essere risultati positivi al COVID dopo aver partecipato alle esecuzioni del gennaio 2021, il Bureau non ha fatto alcuno sforzo per tracciare i contatti, e ha nascosto le informazioni ad altri testimoni dell'esecuzione che potenzialmente erano stati esposti al virus. Ai testimoni sono state fatte indossare le mascherine, ma hanno viaggiato a bordo di furgoni con scarsa ventilazione dove il distanziamento sociale era impossibile, e le stanze da cui i testimoni hanno assistito alle esecuzioni erano troppo piccole per consentire un adeguato distanziamento. Dopo che i testimoni avevano riferito che i membri della squadra di esecuzione non avevano indossato le mascherine durante alcune parti delle precedenti esecuzioni, un giudice federale dell'Indiana ha ordinato al BOP di assicurarsi che tutto lo staff indossasse le mascherine. Anche dopo quell'ordine del tribunale, tuttavia, i testimoni hanno affermato che un agente e un marshall avevano tolto la mascherina durante una delle esecuzioni del gennaio 2021, mentre i funzionari del BOP, nel verbale ufficiale poi presentato al giudice federale, hanno affermato che tutte le misure di sicurezza che erano state sottolineate dalla Corte erano state “sostanzialmente rispettate”.
Secondo Associated Press, anche altre scelte del BOP hanno probabilmente contribuito alla diffusione del virus. Il personale della prigione è stato ritenuto "idoneo a prestare servizio" dopo una semplice autocertificazione, senza effettuare test per determinare se fossero portatori COVID asintomatici. Molto personale è stato fatto arrivare da altre prigioni federale, anche in questo caso senza test prima della partenza o durante il viaggio. "Non possiamo costringere il personale a fare i test, né il CDC raccomanda di testare individui asintomatici", ha detto all’AP un portavoce del BOP.
Dopo che Dustin Higgs e Corey Johnson sono risultati positivi a dicembre, il braccio della morte è stato bloccato. Ma invece di rinviare le esecuzioni, il BOP ha continuato a spostare i due uomini in giro per la prigione, portandoli nei locali dove si effettuano le telefonate e si inviano le e-mail per comunicare con i loro avvocati mentre si avvicinava la data delle esecuzioni. Quei movimenti avrebbero potuto facilmente diffondere il virus alle guardie che accompagnavano i due detenuti.
"Le esecuzioni alla fine della presidenza di Donald Trump, compiute in un breve lasso di tempo nell'arco di poche settimane, probabilmente hanno agito come un evento superspreader, secondo i registri esaminati da AP", ha detto l’agenzia di stampa. "Era qualcosa che, quando il Dipartimento di Giustizia ha insistito per riprendere le esecuzioni durante una pandemia, gli esperti di salute avevano avvertito che potesse accadere".

https://deathpenaltyinfo.org/news/associated-press-finds-federal-executions-were-likely-covid-superspreader-events

(Fonti: DPIC, 15/02/2021)

Altre news:
‘CASO PIÙ RARO TRA I RARI’, PER LA PRIMA VOLTA UNA DONNA VERSO LA FORCA IN INDIA
THAILANDIA: CONDANNE CAPITALI PER TRAFFICO DI DROGA E RICICLAGGIO DI DENARO
IRAN - Zahra Esmaili era già morta quando è stata impiccata
USA - 11 nuovi nomi aggiunti alla “Innocence List”
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UN MINORENNE RITARDATO
BANGLADESH: CONDANNE A MORTE CONFERMATE PER 10 ISLAMISTI
IRAN - Una donna e 6 uomini giustiziati il 17 febbraio a Rajai Shahr
IRAN - Il 17 febbraio altri 2 uomini sono stati giustiziati a Rajai Shahr
BANGLADESH: 6 CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
GIORDANIA: ANNULLATA CONDANNA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
INDIA: PRESIDE CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO DI UNA SCOLARA
NIGERIA: EX POLIZIOTTO CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
BANGLADESH: 5 CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DEL BLOGGER AVIJIT ROY
ARABIA SAUDITA: CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA DOMESTICA DEL BANGLADESH
IRAN - Ali Dadfari-Mazandarani giustiziato il 16 febbraio nella prigione di Boroujerd.
IRAN - L'Iran nega che il cittadino arrestato in Turchia sia un dipendente del consolato
MYANMAR: LA GIUNTA MILITARE GRAZIA PIÙ DI 23.000 PRIGIONIERI
SOMALILAND: CONDANNA A MORTE CONFERMATA PER CITTADINO NORVEGESE
IRAN - Saeed Ali-Mohammadi giustiziato nella prigione di Nour il 14 febbraio
IRAN - Mansour Ghazagh giustiziato il 13 febbraio nella prigione di Birjand
ARABIA SAUDITA: COMMUTATA LA CONDANNA CAPITALE DELL’INGEGNERE EGIZIANO
STORIE DAL 41 BIS: VIETATO ESSERE PERSONE
IRAN - Jamaluddin Brahui e Mohammad Barahui giustiziati nella prigione di Birjand il 13 febbraio
LA VIRGINIA ABOLISCE LA PENA DI MORTE, DIRETTA DISCENDENTE DEL LINCIAGGIO
SRI LANKA: PROROGATA LA SOSPENSIONE DELLE ESECUZIONI
IRAN - Bahavar Tanazi giustiziato nella prigione di Meshgin Shahr il 13 febbraio
Iran - Un altro diplomatico iraniano arrestato per terrorismo.
YEMEN: TRIBUNALE HOUTHI CONDANNA A MORTE 11 PARLAMENTARI
USA - Alabama La Corte Suprema degli Stati Uniti ha sospeso l’esecuzione di Willie B. Smith.
BANGLADESH: OTTO ISLAMISTI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDO DI UN EDITORE

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits