Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

IRAN - ITALY (flags)
IRAN - ITALY (flags)
IRAN - Il ministro degli Esteri iraniano il 29 dicembre ha convocato l’ambasciatore italiano

29 dicembre 2022:

Il ministro degli Esteri iraniano il 29 dicembre ha convocato l’ambasciatore italiano a Teheran, Giuseppe Perrone, per esprimere la “forte protesta” per “gli atti e le osservazioni di alcuni funzionari italiani che continuano a intervenire negli affari interni” della Repubblica islamica, definendo “inaccettabili” le politiche “selettive e doppie rispetto ai diritti umani” messe in atto dall’Italia e come tali vengono “respinte dalla Repubblica islamica dell’Iran”. È quanto riporta l’agenzia di stampa iraniana IRNA (governativa). Secondo Teheran è stata l’Italia ad aver “danneggiato gli interessi della nazione iraniana e violato i suoi diritti con l’imposizione di sanzioni illegali”. Sempre IRNA scrive che “l’ambasciatore italiano ha promesso di trasmettere la protesta dell’Iran al suo governo al più presto”. Per Teheran “le posizioni negative e irrazionali di alcuni funzionari italiani non sono compatibili con i rapporti storici tra i due Paesi”.
La mossa di Teheran è giunta dopo che il presidente del Consiglio Giorgia Meloni il 29 dicembre ha dichiarato in conferenza stampa che la repressione delle proteste di piazza in Iran, anche con la pena di morte, per l’Italia “è inaccettabile e non intendiamo tollerarlo oltre”. Le parole di Meloni sono state dure: “Noi siamo stati sempre un Paese dialogante ma se le repressioni non dovessero cessare, l’atteggiamento dell’Italia dovrà cambiare completamente” passando da un’“interlocuzione a livello di alleati per capire come rendere più incisiva la nostra azione”. Più dure delle tradizionali posizioni tenute dalle istituzioni italiane, sempre caute e prudenti con un occhio di riguardo al mantenimento del dialogo con Teheran.
Anche più di quelle di Antonio Tajani, vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri, che ieri, 28 dicembre, aveva convocato alla Farnesina l’ambasciatore iraniano designato a Roma, Mohammad Reza Sabouri, per manifestargli “l’indignazione e la preoccupazione dell’Italia per quello che sta accadendo nel Paese”. Per Tajani le esecuzioni sono “una linea di non ritorno” specie “quando vengono utilizzate per motivi futili”. A fare le spese della repressione nel Paese sono anche i minori. “Uccidere dei minorenni come una bambina di 12 anni o un ragazzo di 17 non è una questione di ordine pubblico”, aveva detto Tajani. L’Italia sperava che la liberazione di Alessia Piperno dalle carceri iraniane fosse il segnale di una “inversione di tendenza” ma ciò “non è stato”, aveva aggiunto.
Il 21 dicembre la commissione Affari esteri della Camera aveva approvato all’unanimità una risoluzione per impegnare il governo ad agire in sede internazionale per fermare le violenze del regime e a rafforzare i controlli per evitare che il territorio italiano possa essere utilizzato per eludere l’applicazione delle sanzioni. Nella risoluzione veniva sottolineata la decisione del ministro Tajani che non ha risposto a una richiesta di incontro da parte dell’omologo iraniano Hossein Amir-Abdollahian in occasione dei Med Dialogues 2022, “cui era stato invitato dal precedente governo”. Con questa scelta, “l’Italia ha già dato un primo chiaro segnale”, si legge.

https://formiche.net/2022/12/iran-convoca-ambasciatore-italiano-perrone/

(Fonte: formiche.net)

Altre news:
CARCERE: NESSUNO TOCCHI CAINO, CONTINUA IL VIAGGIO DELLA SPERANZA NEI LUOGHI DI PENA
IRAN - Informazioni su 5 condannati a morte per le proteste
MALI: 46 SOLDATI IVORIANI CONDANNATI A 20 ANNI; TRE CONDANNATI A MORTE IN CONTUMACIA
CONVIENE A TUTTI SE DAL CARCERE USCIAMO MIGLIORI DI PRIMA
CANCELLATA LA PENA CAPITALE, IL DONO DI NATALE DELLO ZAMBIA
IL MINISTRO DEGLI ESTERI TAJANI CHIEDE ALL’IRAN DI FERMARE ESECUZIONI E REPRESSIONE
IRAN - Mehdi Bahman condannato a morte dopo aver sollecitato la pace
IRAN – Italia Il primo ministro italiano, Meloni, afferma che la repressione dei manifestanti in Iran è "insopportabile"
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO A CHARSADDA
RD CONGO: TRIBUNALI MILITARI CONFERMANO NOVE CONDANNE A MORTE
IRAN - Mohsen e Hamidreza Nejati giustiziati a Gohardasht il 28 dicembre
IRAN - Uomo non identificato giustiziato il 28 dicembre a Karaj
IRAN – Italia. L'Italia esorta l'Iran a fermare le esecuzioni e ad aprire il dialogo con i manifestanti
IRAN - Davoud Yousefi e Ebrahim Ajali giustiziati a Karaj il 28 dicembre
GUYANA: PER LA CORTE D’APPELLO LA PENA DI MORTE NON E’ INCOSTITUZIONALE
IRAN - Davoud Rahmatali giustiziato a Shiraz il 28 dicembre
IRAN - Almeno 100 manifestanti rischiano l'esecuzione o la condanna a morte
GIORDANIA: CONDANNATO A MORTE PER UN OMICIDIO COMMESSO NEL 2005
VIETNAM: CONDANNATA A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
IRAN - Yousef Mirzavand giustiziato a Dezful il 26 dicembre
IRAN - La campionessa di scacchi iraniana Sara Khadem gareggia in un torneo internazionale senza hijab
IRAN - Hamed Ebrahimi giustiziato a Isfahan il 26 dicembre
IRAN - Annullata una delle 2 condanne a morte di Shakir Behrouz
LO ZAMBIA ABOLISCE LA PENA DI MORTE
CINA: EX SINDACO CONDANNATO A MORTE CON PENA SOSPESA
IRAN - Soha Etebari, 12 anni, è stata uccisa da agenti il 25 dicembre
IRAN - Confermata la condanna a morte del manifestante Mohammad Ghobadlou
IRAN - Religiosi chiedono la “linea dura”: più esecuzioni e amputazioni
IRAN - Elias Raisi e Ayoub Rigi giustiziati a Zahedan il 24 dicembre
IRAN - Nizamuddin Burhanzahi giustiziato a Iranshahr il 23 dicembre

1 2 3 4 5 [Succ >>]
2024
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits