Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - DPIC Year End Report
USA - DPIC Year End Report
USA - Year End Report - “Rapporto di fine anno” del Death Penalty Information Center.

7 dicembre 2023:

07/12/2023 - Year End Report - “Rapporto di fine anno” del Death Penalty Information Center.
24 esecuzioni e 21 nuove condanne a morte nel 2023.
Dopo l’esecuzione di Phillip Hancock in Oklahoma il 30 novembre, l’ultima in calendario nel 2023, il Death Penalty Informtion Center può fare il suo ormai tradizionale consuntivo sullo stato della pena di morte negli Stati Uniti nell’anno che sta terminando.
24 esecuzioni e 21 nuove condanne a morte nel 2023.
Ma per il DPIC la prima cosa che deve essere messa in evidenza è il sondaggio Gallup che dimostra come la maggioranza degli statunitensi non abbia fiducia nel sistema penale capitale.
“In un contesto di casi di innocenza di alto profilo e di apparente indifferenza della Corte Suprema degli Stati Uniti, il sondaggio Gallup 2023 ha rilevato che un numero maggiore di americani ritiene che la pena di morte sia amministrata in modo ingiusto piuttosto che equo. 
Per la prima volta, il sondaggio Gallup ha riportato che più americani (50%) ritengono che la pena di morte sia amministrata in modo ingiusto che in modo equo (47%). Inoltre, un numero crescente di legislatori statali conservatori e alcuni funzionari eletti a favore della pena di morte hanno sostenuto pubblicamente i prigionieri che si dichiarano innocenti, tra cui Richard Glossip in Oklahoma, sollevando nuove preoccupazioni sull'equità e l'accuratezza della pena di morte stessa.
La Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto la maggior parte delle richieste dei condannati a morte, anche di quelli che si dichiarano fortemente innocenti, concentrando l'attenzione sulla necessità di procedure statali adeguate. Tre prigionieri del braccio della morte sono stati scagionati nel 2023. Come è noto, negli Stati Uniti questi ex-condannati a morte vengono definiti “esonerati”. Con la ricerca in corso da parte del DPIC che ha portato alla luce altri due esoneri, il numero di esoneri dal braccio della morte negli Stati Uniti dal 1972 è salito a 195.
Il numero di esecuzioni è leggermente aumentato da 18 nel 2022 a 24 nel 2023, un cambiamento che può essere attribuito al ritorno della Florida alle esecuzioni nello stesso anno in cui il governatore ha lanciato una campagna presidenziale. Le sei esecuzioni della Florida sono state il numero più alto dal 2014, e nello stato sono state comminate cinque nuove condanne a morte, il numero più alto di tutti gli Stati quest'anno.
La pena di morte continua a essere geograficamente isolata: solo cinque Stati - Alabama (2), Florida (6), Missouri (4), Oklahoma (4) e Texas (8) - hanno condotto esecuzioni quest'anno, pareggiando il 2016 con il numero più basso di Stati degli ultimi 20 anni. Insieme, Texas e Florida hanno rappresentato più della metà delle 24 esecuzioni di quest'anno. Solo sette Stati - Alabama, Arizona, California, Florida, Louisiana, North Carolina e Texas - hanno condannato a morte persone, facendo registrare il numero più basso di Stati degli ultimi 20 anni. Il governo federale ha ottenuto la prima nuova condanna a morte dal 2019 (Robert Bowers), ma un altro processo capitale federale si è concluso con una condanna all'ergastolo (Sayfullo Saipov). La maggior parte dei prigionieri che sono stati giustiziati nel 2023 probabilmente non sarebbero stati condannati a morte se fossero stati processati oggi, a causa dei significativi cambiamenti nella legge, nelle decisioni dei pubblici ministeri e nell'atteggiamento dell'opinione pubblica negli ultimi decenni. Oggi avrebbero potenti argomenti per ottenere l'ergastolo e decisioni da parte di giurie che comprendono meglio gli effetti delle malattie mentali, dei disturbi dello sviluppo e dei gravi traumi. Il 79% delle persone giustiziate quest'anno aveva almeno una delle seguenti menomazioni: gravi malattie mentali; lesioni cerebrali, danni cerebrali dello sviluppo o un quoziente intellettivo nella fascia considerata di disabilità intellettiva; e/o gravi traumi infantili cronici, negligenza e/o abusi. Un terzo delle persone giustiziate, ovvero otto, aveva tutte e tre le caratteristiche. Almeno tre prigionieri avevano meno di 20 anni al momento dei loro crimini. Come è stato dimostrato, i prigionieri di colore erano sovrarappresentati tra i giustiziati, e i casi con vittime bianche avevano maggiori probabilità di essere giustiziati. Nove dei 24 prigionieri giustiziati erano persone di colore. La stragrande maggioranza dei crimini per i quali gli imputati sono stati giustiziati quest'anno (79%) ha coinvolto vittime bianche.
Oggi la maggior parte degli Stati, 29, ha abolito la pena di morte o ha in vigore una moratoria formale.
"I dati mostrano che la maggior parte degli americani non crede più che la pena di morte possa essere comminata in modo equo", ha dichiarato Robin M. Maher, direttore esecutivo del DPIC. "Questo importante cambiamento è visibile anche nella dimostrazione senza precedenti di sostegno ai condannati a morte da parte di legislatori e funzionari conservatori quest'anno, alcuni dei quali ora si oppongono all'uso della pena di morte nel loro Stato".

https://deathpenaltyinfo.org/news/dpic-year-end-report-2023-high-profile-innocence-cases-contribute-to-public-perception-that-the-death-penalty-is-unfairly-administered
https://deathpenaltyinfo.org/facts-and-research/dpic-reports/dpic-year-end-reports/thedeath-penalty-in-2023-year-end-report

(Fonte: DPIC)

Altre news:
AFGHANISTAN: DUE ESECUZIONI IN PUBBLICO PER OMICIDIO
CREMONA: 23 FEBBRAIO VISITA AL CARCERE E CONFERENZA PUBBLICA
CINA: GIUSTIZIATO PER LA RAPINA E OMICIDIO DI UNA DONNA
MYANMAR: TRE GENERALI DI BRIGATA CONDANNATI A MORTE PER ESSERSI ARRESI
EMERGENZA CARCERI, IL MPA ADERISCE ALL’INIZIATIVA DI NESSUNO TOCCHI CAINO
PAKISTAN: SENATO RESPINGE ESECUZIONE PUBBLICA PER GLI STUPRATORI
CREMONA: 23 FEBBRAIO VISITA AL CARCERE E CONFERENZA PUBBLICA
IRAN - Iraj Paaki giustiziato a Urmia il 19 febbraio
ITALIA - È morto Marco Cochi
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER DUPLICE OMICIDIO NELL’UTTAR PRADESH
IRAQ: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
PUTIN HA UCCISO NAVALNY, IL FEROCE OMICIDIO DI UN EROE DELLA NONVIOLENZA
QUESTO CARCERE INFLIGGE PENE CORPORALI: PAROLA DI ARCHITETTO
IRAN - Ashraf Akramullah giustiziato a Isfahan il 18 febbraio
IL RINASCIMENTO DI MBS È PRECIPITATO NEL MEDIOEVO
NESSUNO TOCCHI CAINO, 'CON NAVALNY REGIME RUSSO MOSTRA VOLTO FEROCE E SPIETATO'
GIORDANIA: CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
PAKISTAN: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
BANGLADESH: 10 CONDANNATI A MORTE E 6 ALL’ERGASTOLO PER STUPRO
NIGERIA: CONDANNATA ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UNA MAKEUP ARTIST
IRAN - 4 prigionieri politici baluchi condannati a morte
USA - Idaho. La Camera approva la legge HB 515 che estende la pena di morte agli stupratori di bambini
CARCERI. DAL 14 FEBBRAIO INIZIA ITER PARLAMENTARE PdL GIACHETTI/NTC CONTRO IL SOVRAFFOLLAMENTO. PRIMO RISULTATO DEL GRANDE SATYAGRAHA, BERNARDINI E GIACHETTI SOSPENDONO SCIOPERO DELLA FAME
QATAR: LIBERATI GLI OTTO INDIANI CHE ERANO STATI CONDANNATI A MORTE PER SPIONAGGIO
CINA: CONDANNA A MORTE SOSPESA PER L’EX CAPO DELLA CHINA MERCHANTS BANK
TANZANIA: CONDANNATO A MORTE PER SETTE OMICIDI
VIETNAM: IL PRESIDENTE COMMUTA CINQUE CONDANNE A MORTE
IRAN - Il prigioniero politico Mohammad Javad Vafaei Sani potrebbe venir giustiziato a breve
IRAN - Uomo condannato a morte per l'omicidio del regista Mehrjui
IRAN - Abuzar Taher Arab giustiziato a Qom il 12 febbraio

1 2 3 [Succ >>]
2024
gennaio
febbraio
  2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits