Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

ARABIA SAUDITA: OTTO UOMINI GIUSTIZIATI IN UN SOLO GIORNO

13 marzo 2013: otto uomini sono stati giustiziati in Arabia Saudita, portando a 26 le persone messe a morte nel Regno dall’inizio dell’anno. Un plotone di esecuzione ha giustiziato in pubblico i primi sette uomini, riconosciuti colpevoli di rapina a mano armata, nonostante gli appelli dell'ultimo minuto lanciati da gruppi per i diritti affinché le loro vite fossero risparmiate, hanno reso noto il Ministero degli Interni e un testimone.
I sette erano stati giudicati colpevoli di "formazione di una banda che ha effettuato numerose rapine a mano armata e furti con l'aiuto di altre persone", ha detto il Ministero in un comunicato diffuso dall’agenzia di stampa ufficiale SPA.
Sono stati giustiziati "come punizione per loro e per scoraggiare altri" dal commettere crimini simili, ha detto la SPA, aggiungendo che i complici sono stati condannati a pene detentive di diversa durata e alle frustate.
Un testimone ha detto alla AFP per telefono che "l'esecuzione è stata effettuata poco fa in una piazza pubblica a Abha", aggiungendo che gli imputati sono stati "fucilati” e non decapitati come è consuetudine nel Regno.
L'annuncio è arrivato subito dopo che Amnesty International aveva nuovamente invitato le autorità saudite a fermare le esecuzioni.
"Sembrano destinati ad essere giustiziati mercoledì (13 marzo) mattina", aveva detto Amnesty, che ha descritto le esecuzioni come "pura brutalità".
I sette uomini - Al Sarhan Mashaikh, Saeed Al Zahrani, Ali Al Shahri, Nasser Al Qahtani, Saeed Al Shahrani, Abdulaziz Al Amri e Ali Al Qahtani - erano stati accusati di organizzazione di un gruppo criminale, rapina a mano armata e assalto ad una gioielleria nel 2005, e condannati a morte nel 2009.
Gruppi Internazionali per i diritti umani hanno denunciato che i sette - di età compresa tra 20 e 24 anni, secondo il sito di news sabq.org - erano stati condannati per crimini commessi quando erano ancora minorenni.
"E’ un giorno di sangue quello in cui un governo giustizia sette persone sulla base di "confessioni ottenute sotto tortura, presentate in un processo in cui non avevano rappresentanza legale o il ricorso in appello", ha detto Philip Luther, di Amnesty.
Avevano detto che i loro parenti erano stati "minacciati di tortura, se avessero ritirato le confessioni”, ha aggiunto Amnesty.
In un primo momento dovevano essere messi a morte il 5 marzo, ma le loro esecuzioni sono state rinviate di settimana.
Le esecuzioni in Arabia Saudita, che applica una interpretazione rigida della legge islamica della Sharia, sono generalmente effettuate per decapitazione, ma i media locali hanno scritto che le autorità stanno pensando di utilizzare plotoni per le fucilazioni a causa della mancanza di boia con la spada.
Il quotidiano Al-Yawm ha riferito che il Regno ha istituito una commissione apposita per studiare la "possibilità di sostituire le decapitazioni con la spada con plotoni di esecuzione in quanto questo non è contro la sharia."
Ciò è dovuto alla "mancanza di decapitatori, che a volte potrebbero impiegare molto tempo per arrivare sul luogo dell’esecuzione da altre regioni, causando confusione", ha spiegato il giornale.
L’ottavo uomo è stato giustiziato nella regione di La Mecca, dopo essere stato giudicato colpevole di omicidio. Si tratta del saudita Fada al-Subaie, riporta l’agenzia di stampa ufficiale Spa, senza precisare il metodo con cui è stato giustiziato. (Fonti: AFP, 13/03/2013)

Altre news:
INDONESIA: PRIMA ESECUZIONE DAL 2008
QATAR: CONDANNATI A MORTE E ALL’ERGASTOLO PER TRAFFICO DI DROGA
SRI LANKA: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI DEL 1999
INDIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
CINA: CONDANNA A MORTE SOSPESA PER TANGENTI
TAIWAN: MALATO DI CANCRO CONDANNATO A MORTE PER INCENDIO MORTALE
LIBIA: CONDANNATI A MORTE I CINQUE RAPINATORI DI TOBRUK
EMIRATI ARABI: CONDANNE A MORTE COMMUTATE
ALGERIA: EX COMMISSARIO DI POLIZIA CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
PAKISTAN: MILITARE LAPIDATO PER RELAZIONE ILLECITA
ARABIA SAUDITA: SOSPESE PER TRE MESI LE ESECUZIONI DEI FILIPPINI
ALGERIA: 14 CONDANNE A MORTE PER TERRORISMO
ARABIA SAUDITA: ALLO STUDIO NUOVO METODO DI ESECUZIONE
EGITTO: CONFERMATE 21 CONDANNE A MORTE PER SCONTRI ALLO STADIO
YEMEN: MINORENNE GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
INDIA: CONDANNA ALL’IMPICCAGIONE CONFERMATA PER STUPRATORE OMICIDA
MARYLAND (USA): VICINI ALL’ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE NELLO STATO
ARABIA SAUDITA: OTTIENE IL PERDONO E SI SALVA DALL’ESECUZIONE
TANZANIA: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE 52 VOLTE
OHIO (USA): GIUSTIZIATO FREDERICK TREESH
MARYLAND (USA): SENATO APPROVA ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE
PAKISTAN: CORTE SUPREMA ANNULLA DUE CONDANNE A MORTE PER L’ATTENTATO A MUSHARRAF
YEMEN: ALMENO 15 MINORI GIUSTIZIATI NEGLI ULTIMI CINQUE ANNI
IRAN: IMPICCATI QUATTRO AFGHANI
ARABIA SAUDITA: RICHIESTE DI AIUTO DAL BRACCIO DELLA MORTE
INDIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO E STUPRO DI MINORE
ZAMBIA: CONDANNATA ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA FIGLIA
SOMALIA: CINQUE EX MILITARI CONDANNATI ALLA FUCILAZIONE NEL SOMALILAND PER OMICIDIO
IRAN: DUE PRIGIONIERI IMPICCATI IN PUBBLICO PER OMICIDIO

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2023
gennaio
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits