Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Alabama. Lo stato sta modificando il protocollo di esecuzione

25 febbraio 2021:

 

L’Alabama sta modificando il protocollo di esecuzione e permetterà la presenza di un consigliere spirituale.
L’11 febbraio (vedi) la Corte Suprema degli Stati Uniti aveva sospeso l’esecuzione di Willie B. Smith poche ore prima che avesse luogo. Smith chiedeva che il Pastore Robert Paul Wiley, il suo consigliere spirituale, lo accompagnasse nella camera della morte. La Corte sveva confermato la sospensione che era stata ordinata il giorno prima dalla Corte d’Appello federale dell’11° Circuito. La Corte Suprema aveva stabilito che “Lo stato dell’Alabama [che aveva fatto ricorso contro la sospensione dell’esecuzione] non ha dimostrato che per motivi di sicurezza sia necessario escludete tutti i membri del clero dalla camera dell’esecuzione. Quindi lo Stato non può ora giustiziare Smith senza che il suo pastore sia presente, per facilitare quella che Smith chiama la transizione tra il mondo dei vivi e quello dei morti". Fino al 2019 l’Alabama aveva sempre lasciato che un pastore protestante accompagnasse il condannato. Il primo “incidente” ebbe luogo nel febbraio 2019. Nell’imminenza della propria esecuzione, Dominique Ray aveva chiesto di essere accompagnato da un Imam, Yusef Maisonet. L’Amministrazione Penitenziaria non autorizzò l’Imam, la corte d’appello federale sospese l’esecuzione, ma poco dopo la Corte Suprema degli Stati Uniti, a stretta maggioranza (5-4) dette il via libera all’esecuzione, che fu effettuata il 7 febbraio (vedi). Un mese dopo, il 28 marzo 2019, con un voto 7-2, la stessa Corte Suprema accolse il ricorso di un detenuto del Texas, Patrick Henry, a cui veniva negata l’assistenza religiosa di un consigliere spirituale buddista. La Corte aveva motivato la due sentenze opposte sostenendo che il detenuto musulmano, a differenza di quello buddista, aveva presentato le sue richieste “all’ultimo momento”. Per evitare altri possibili ulteriori “incidenti” le amministrazioni penitenziarie sia dell’Alabama che del Texas modificarono i protocolli di esecuzione, e dalla primavera del 2019, motivando con non meglio specificati “problemi di sicurezza”, nessun consigliere spirituale, nemmeno cristiano, è più ammesso all’interno della camera della morte dei due stati. Un consigliere spirituale può eventualmente assistere da un locale separato, come i parenti. Nel marzo 2020 in Alabama anche Nathaniel Woods chiese l’assistenza dell’Imam Maisonet, non fu accontentato, e venne giustiziato il 5 marzo (vedi). Per quanto riguarda i casi di Ray e Woods, il 4 febbraio 2021, l'Imam Maisonet ha intentato una causa per i diritti civili presso il tribunale distrettuale federale sostenendo che l’amministrazione penitenziaria dell’Alabama (ADOC) aveva discriminato i detenuti musulmani Ray e Woods. Per quanto riguarda il caso Smith invece, il ricorso presentato il 14 dicembre 2020 sosteneva che viene violata una legge federale del 2000 sulle persone istituzionalizzate (RLUIPA), l'emendamento sulla libertà religiosa alla costituzione dell'Alabama, e il Primo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti. Il tribunale distrettuale ha respinto il ricorso, Smith si è appellato alla Corte d’Appello federale che gli ha dato ragione, e la Corte Suprema ha respinto il ricorso dell’amministrazione penitenziaria. Smith, 51 anni, nero, avrebbe dovuto essere giustiziato entro la mezzanotte dell’11 febbraio dopo essere stato condannato a morte nel 1992 con l‘accusa di aver rapinato e ucciso, nel 1991, Sharma Ruth Johnson, 22 anni. Aveva chiesto all'Alabama di consentire al suo consigliere spirituale, il pastore Robert Paul Wiley Jr., di fornirgli conforto religioso nella camera delle esecuzioni e, quando lo stato ha rifiutato, i suoi avvocati hanno intentato una causa per i diritti civili in un tribunale federale contestando l'azione dello stato.
Oggi, all’interno della causa legale iniziata da Smith, lo Stato ha annunciato i cambiamenti. "Al momento della denuncia, questa era la posizione dello Stato, basata su preoccupazioni per la sicurezza. Alla luce della decisione della Corte Suprema in questa materia, tuttavia, il convenuto sta modificando il protocollo di iniezione letale dell'ADOC (Alabama Department Of Corrections) per consentire ai condannati di avere i propri consiglieri spirituali nella camera di esecuzione".
L'ufficio del procuratore generale dell'Alabama non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento.

https://lawandcrime.com/supreme-court/amy-coney-barrett-and-brett-kavanaugh-may-have-caused-alabama-to-rethink-its-death-penalty-protocol/

(Fonte: lawandcrime.com)

Altre news:
ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO
IRAN - Quattro detenuti politici giustiziati nella prigione di Sepidar il 28 febbraio
USA - L’ergastolo senza condizionale applicato ai minorenni
USA - Alla data del 30 dicembre 2020 negli Usa c’erano 203.865 ergastolani
IN QUESTO PAESE CHI SBAGLIA, INDIPENDENTEMENTE DAL PERCORSO CHE POI HA INTRAPRESO, RIMANE SEMPRE COLPEVOLE
PAKISTAN: RIMANDATO L’APPELLO DELLA COPPIA CRISTIANA CONDANNATA A MORTE PER BLASFEMIA
IRAN - Jafar Mansour-Beigi giustiziato il 23 febbraio nella prigione di Adelabad
IRAN: MORTA DUE VOLTE, DI CREPACUORE E DI PENA DI MORTE
PAKISTAN: CONFERMATA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Hamed Mostafaei giustiziato nella prigione di Arak il 26 febbraio
IRAN - Ahmad Araji impiccato il 26 febbraio nella prigione di Irak
USA - Rapporti sulle esecuzioni federali “ripuliti
NIGERIA: IL GOVERNATORE DI JIGAWA APPROVA LA PENA DI MORTE PER GLI STUPRATORI
USA - Oklahoma. I sostenitori di Julius Jones hanno presentato 6,2 milioni di firme per ottenere clemenza
INDIA: L’ALTA CORTE DI BOMBAY ANNULLA UNA CONDANNA A MORTE
IRAQ: CONDANNATA ALL’IMPICCAGIONE PER GLI OMICIDI DEI DUE FIGLI
INDIA: CONDANNATO A MORTE NELL’UTTAR PRADESH PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
IRAN - “Ehsan” assolto e scarcerato
ONU: BACHELET PLAUDE ALL’IMPEGNO DI BIDEN SULLA PENA CAPITALE
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DELLA MOGLIE E DEL FIGLIO DISABILI
LIBANO: 35 MANIFESTANTI ACCUSATI DI TERRORISMO DAL TRIBUNALE MILITARE
INDIA: FIGLIO DI UNA CONDANNATA A MORTE CHIEDE AL PRESIDENTE LA GRAZIA PER LA MADRE
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
USA - Virginia. Abolizione della pena di morte quasi definitiva.
IRAN - Behnam Mahjoubi, condannato a 2 anni, morto per mancanza di cure mediche
IRAN - Un uomo, identificato solo come Ehsan, rischia la pena di morte per consumo di alcolici
ALGERIA: JIHADISTA CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN FRANCESE
CON CUTOLO È MORTO ANCHE LO STATO DI DIRITTO
LA VITA OLTRE IL FINE PENA MAI, AMBROGIO CRESPI ILLUMINA UN MONDO DOVE REGNA IL BUIO
‘CASO PIÙ RARO TRA I RARI’, PER LA PRIMA VOLTA UNA DONNA VERSO LA FORCA IN INDIA

1 2 3 4 [Succ >>]
2022
gennaio
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits