Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Sherwood Brown mentre lascia la prigione
USA - Sherwood Brown (leaving prison)
USA - Mississippi Ritirate le accuse contro Sherwood Brown, che il 24 agosto è stato scarcerato

30 settembre 2021:

L’accusa ha ritirato tutte le accuse contro Sherwood Brown, che il 24 agosto è stato scarcerato. Era stato condannato a morte nel 1995. 186° "esonerato" dal 1973.
Il DPIC ha pubblicato la notizia il 30 settembre. Brown, che oggi ha 53 anni, nero, era stato accusato di aver ucciso, il 7 gennaio 1993, una ragazzina di 13 anni, Evangela Boyd, e la madre e la nonna della giovane, Verline Boyd, 48 anni, e Betty Boyd. Brown fu condannato a morte per il primo omicidio, e all’ergastolo per gli altri 2. Il 26 ottobre 2016 (vedi) la Corte Suprema di Stato aveva annullato il verdetto di colpevolezza. Come NtC aveva riportato, diversi commentatori avevano definito quella sentenza “straordinaria e rara”, in quanto di solito la Corte Suprema rimanda il caso alla Corte d’Appello perché riesamini il ricorso dell’imputato. Invece la Corte aveva annullato sia il verdetto di colpevolezza che la condanna a morte, e aveva rimandato il caso direttamente alla DeSoto County Circuit Court perché il processo venisse ripetuto. La Corte Suprema aveva riconosciuto che nel processo del 1995 contro Brown erano state usate prove biologiche in seguito smentite da nuove analisi del Dna, e testimonianze di esperti forensi in seguiti rivelatesi “forzate”.
Il 24 agosto 2021, il giudice dellaDeSoto County, Jimmy McClure, ha ratificato una mozione dell'accusa per archiviare le accuse contro Brown (nella foto dopo il suo rilascio), che è stato rilasciato più tardi quel giorno dopo aver trascorso un totale di 28 anni in prigione, di cui 22 anni nel braccio della morte, e altri 4 anni nella prigione della contea con la prospettiva di un nuovo processo capitale.
"Siamo estremamente grati di vedere Sherwood uscire di prigione da uomo libero", ha affermato John R. Lane, dello studio legale Fish & Richardson, che ha difeso Brown pro bono. “Dopo tutto questo tempo, non abbiamo mai perso la speranza e siamo soddisfatti che finalmente sia stata fatta giustizia”. Brown è stato anche rappresentato pro bono dal co-consulente del Mississippi Innocence Project e dallo studio legale Weil, Gotshal & Manges.
Le prove portate contro Brown al processo del 1995 si basavano in parte sostanziale su testimonianze di esperti forensi in seguito rivelatesi “forzate” quando non false, e sulla testimonianza di un detenuto/informatore che aveva dichiarato che Brown gli avesse confessato gli omicidi.
I pubblici ministeri avevano sostenuto che il sangue trovato sulla suola di una delle scarpe di Brown proveniva dalle vittime e due analisti forensi di segni di morsi avevano affermato falsamente che un taglio sul polso di Brown era un segno di morsi che corrispondeva al modello del morso della ragazza.
Le prove del DNA che dopo il processo i difensori sono riusciti a far effettuare hanno indicato che le impronte insanguinate dentro e intorno alla scena del delitto contenevano solo DNA femminile, e la macchia di sangue sulla scarpa di Brown conteneva solo DNA maschile. Il test del DNA su un tampone di saliva di Evangela Boyd non conteneva il DNA di Brown, confutando l'affermazione secondo cui la ragazza aveva morso Brown. I test del DNA sul kit di aggressione sessuale raccolto durante l'autopsia non hanno trovato DNA di Brown, ma hanno mostrato che i peli pubici di Evangela Boyd e il suo reggiseno contenevano DNA di maschi non identificati. Uno scienziato forense del Mississippi Crime Laboratory ha scoperto che nessuna delle prove sui capelli recuperate dai vestiti e dai corpi delle vittime aveva caratteristiche microscopiche simili ai capelli di Brown, e un analista di impronte digitali del laboratorio ha scoperto che nessuna delle impronte digitali trovate sulla scena apparteneva a Brown.
Nonostante le nuove prove tutte favorevoli a Brown, l’uomo è rimasto in custodia mentre i pubblici ministeri cercavano di istruire un nuovo processo. Dopo l’annullamento del 2016, altri quattro laboratori hanno ripetuto i test del DNA, sempre confermando i risultati favorevoli a Brown. Alla fine, la pubblica accusa ha comunicato che non aveva intenzione di perseguire nuovamente Brown, ed ha chiesto l’archiviazione del caso.
Brown è il centesimo afroamericano negli Stati Uniti dal 1973 ad essere prosciolto (esonerato) dopo una condanna a morte. Secondo i dati raccolti dal Death Penalty Information Center, dal 1973 ad oggi sono 186 le persone che sono state condannate a morte ingiustamente, sette nel Mississippi. Brown è il terzo ex condannato a morte del Mississippi esonerato nell'ultimo anno. Curtis Flowers è stato esonerato il 4 settembre 2020 (vedi) e Eddie Lee Howard è stato esonerato l'8 gennaio 2021

Sherwood Brown Exonerated in Mississippi, 186th Death-Row Exoneration Since 1973 | Death Penalty Information Center

(Fonte: DPIC, 30/09/2021)

Altre news:
TANZANIA: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI
IRAN - Mashallah Sabzi giustiziato
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
IRAN - Yasin Abdullahi giustiziato nella prigione di Zahedan il 29 settembre
USA - Texas. Rick Rhoades, 57 anni, bianco, è stato giustiziato
INDIA: GIOVANE CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
PAKISTAN: TRE CONDANNATI A MORTE PER LO STUPRO DI UNA RAGAZZINA
IRAN - Abbasgholi Salehi, Hamid Shahsanayi e Mohammad Barahouyi giustiziati a Isfahan il 29 settembre
IRAN - Farhad Salehi-Jabehdar giustiziato nella prigione di Karaj il 29 settembre
USA - Louisiana L’Amministrazione penitenziaria migliora le condizioni di detenzione nel braccio della morte
PAKISTAN: DONNA CONDANNATA A MORTE PER BLASFEMIA
GIORDANIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA MADRE
IRAQ: TRE CONDANNATI A MORTE NEL KURDISTAN IRACHENO
PAPUA NUOVA GUINEA: CORTE SUPREMA APRE LA STRADA A RIPRESA ESECUZIONI
NIGERIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO POLITICO
PORTOGALLO: SOSPETTO TERRORISTA INDIANO TEME CONDANNA CAPITALE SE ESTRADATO
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO A JAZAN PER TERRORISMO
AMORE E DIRITTI IN CARCERE: STORIE DI ORDINARIA NEGAZIONE
CON ROCCO TORNA LA FORCA, IL REGIME ZITTISCE GLI ABOLIZIONISTI
IRAN - Esecuzioni di massa nelle carceri di Taybad, Torbat-e Jam e Mashhad.
VIETNAM: CONDANNA A MORTE PER TRE CORRIERI DELLA DROGA LAOTIANI
GIAPPONE: CONFERMATA CONDANNA A MORTE DI EX POLIZIOTTO PER OMICIDI DI MOGLIE E FIGLI
IRAN - Amirhossein Hatemi è morto sotto tortura il 23 settembre nel penitenziario di Fashafuyeh
BANGLADESH: CORTE SUPREMA CONFERMA DUE CONDANNE CAPITALI PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
USA - Omicidi aumentati del 29% nel 2020
IRAN - Uomo non identificato giustiziato nella prigione di Karaj il 22 settembre
IRAN - Mostafa Shafiei giustiziato nella prigione di Rajai Shahr il 22 settembre
IRAN - Ahmad Forouhid giustiziato nella prigione di Boroujerd il 22 settembre
USA - Studio di Alice Project sulle pene estreme tra le donne

1 2 3 4 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits