Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Uniform Crime Report
USA - Uniform Crime Report
USA - Omicidi aumentati del 29% nel 2020

22 settembre 2021:

Omicidi aumentati del 29% nel 2020, l’anno del Covid, ma anche di Black Lives Matter.
Gli Stati Uniti l'anno scorso hanno subito il più alto aumento di omicidi da quando l'FBI ha iniziato a monitorare i registri criminali nazionali nel 1960, secondo un rapporto. Nel 2020, ci sono stati circa 5.000 omicidi in più rispetto all'anno precedente, per un totale di circa 21.500, secondo i dati preliminari dell'FBI esaminati dal New York Times. Scomponendo i numeri, gli Stati Uniti hanno visto un aumento del 29% degli omicidi lo scorso anno, ben al di sopra del precedente aumento record del 12,7% nel 1968. Questi dati sono contenuti nell’anticipazione del tradizionale rapporto annuale denominato “Uniform Crime Report”, pubblicato da un ufficio statistico del Federal Bureau of Investigation (FBI), rapporto la cui pubblicazione integrale è attesa per i prossimi giorni.
La stragrande maggioranza degli omicidi dell'anno scorso, il 77%, sono stati commessi con armi da fuoco, il che rappresenta un altro numero record. L'aumento è stato osservato in ogni regione degli Stati Uniti, particolarmente colpite le grandi città. Nonostante l'aumento astronomico degli omicidi rispetto al 2019, il numero di omicidi è ancora molto al di sotto dei tassi registrati negli Stati Uniti nei primi anni '90, afferma il rapporto.
Gli omicidi stanno ulteriormente aumentando anche nel 2021 (rispetto al 2020), ma ad un ritmo più lento, attorno al 10%.
L'aumento degli omicidi negli Stati Uniti nell’estate 2021 non sembra essere così vistoso come il picco record dell’estate 2020.
Altri studi suggeriscono che gli omicidi hanno continuato ad aumentare in molte grandi città quest'anno, anche se a un ritmo più lento. I criminologi sono a conoscenza del picco di omicidi da quando è emerso per la prima volta la scorsa estate, ma i dati dell'FBI hanno affermato che la tendenza si è diffusa a livello nazionale, apparentemente senza una chiara correlazione con le politiche o le condizioni locali. La frequenza di molti altri tipi di reato è diminuita contemporaneamente, complicando ulteriormente l'analisi. Il cambiamento è stato più pronunciato nelle grandi città. Si è registrato un aumento del 35% nelle città con più di 100.000 abitanti, ma anche un aumento del 25% nelle comunità con meno di 25.000 residenti. Secondo l'FBI, gli omicidi sono aumentati di almeno il 20% in ogni regione geografica del Paese. Gli esperti dicono che è difficile attribuire le tendenze della criminalità a cause specifiche, ma ci sono diversi fattori che probabilmente hanno contribuito all'aumento degli omicidi. Gli omicidi erano già in aumento nei primi mesi del 2020, ma sono aumentati nella tarda primavera e in estate quando le comunità hanno iniziato ad allentare le chiusure dovute al COVID-19 e le proteste contro la polizia per l'uccisione di George Floyd si sono intensificate in tutto il paese. "Supponiamo che gran parte di esso sia correlato alla pandemia", ha affermato Christopher Herrmann, della City University of New York. "Abbiamo molti fattori di stress per la salute mentale che portano alla violenza, in particolare la violenza armata". La tensione economica, sociale ed emotiva della pandemia e le chiusure di imprese e scuole sembrano aver avuto un impatto significativo, così come le interruzioni temporanee dei servizi comunitari che assistono coloro che sono ad alto rischio di commettere reati. Gli esperti hanno anche indicato un possibile ridimensionamento della polizia proattiva e una delegittimazione delle forze dell'ordine in alcune comunità. "Sappiamo che la pandemia ha svolto un ruolo significativo nelle tendenze della criminalità sia positive che negative lo scorso anno, ma è molto difficile districare esattamente come ha funzionato", ha affermato Thomas Abt, membro anziano del Council on Criminal Justice e autore di "Sanguinando: le devastanti conseguenze della violenza urbana e un nuovo audace piano per la pace nelle strade”. Secondo il Council on Criminal Justice, i tassi di omicidio non sono aumentati in molti altri paesi durante la pandemia, suggerendo che almeno alcuni aspetti del problema siano unicamente americani. Gli acquisti legali di armi da fuoco e il traffico illegale di armi da fuoco negli Stati Uniti sono aumentati, ma non è chiaro se la presenza di più armi abbia portato direttamente a più sparatorie. La pandemia ha costretto le carceri a rilasciare i detenuti per prevenire il sovraffollamento e molti procedimenti giudiziari sono stati ritardati, ma ci sono poche prove che le persone rilasciate siano state recidive in gran numero. L'ampio aumento degli omicidi in tutto il paese mette in dubbio anche le affermazioni secondo cui i tagli ai finanziamenti del dipartimento di polizia o le riforme progressive sulla cauzione in alcune città hanno svolto un ruolo importante. Nonostante l'allarmante aumento degli omicidi, i tassi complessivi di criminalità hanno continuato a diminuire per il 18° anno consecutivo nel 2020, poiché i furti e alcuni altri crimini sono diminuiti. Anche questo sembra essere correlato alla pandemia, con restrizioni alle attività commerciali e alle attività sociali che limitano le opportunità di alcuni tipi di reato per gran parte dell'anno. "Sappiamo che, mentre c'è stato un picco di crimini violenti, non c'è stato un picco di criminalità in generale", ha detto Thomas Abt. "I reati contro la proprietà e di droga sono diminuiti in modo significativo durante la pandemia". Secondo i dati raccolti in 87 città dall'analista Jeff Asher, i tassi di omicidi sono aumentati in media di circa il 10% finora quest'anno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Tuttavia, le variazioni da una comunità all'altra sono nette e alcune grandi città come New York, Seattle e Dallas hanno visto diminuire gli omicidi nel 2021. Altre città sono alle prese con tragiche ondate di violenza, con dozzine di persone uccise ogni fine settimana a Chicago e luoghi come Milwaukee e Austin che affrontano i tassi di omicidi più alti mai registrati. Oakland, in California, ha superato i 100 omicidi dell'anno lunedì per la prima volta in quasi un decennio, rispetto ai 66 omicidi dell'anno scorso.
Il fatto che la tendenza sembri in generale decelerazione indica che la nazione si sta muovendo oltre alcune delle influenze che hanno guidato l'aumento lo scorso anno. Tuttavia, gli esperti affermano che i numeri per il 2021 finora sono ancora preoccupanti e le comunità dovrebbero cercare di implementare nuove strategie per ridurre la violenza.

 

https://nypost.com/2021/09/22/us-saw-record-increase-in-murders-in-2020/

https://abcnews4.com/news/nation-world/fbi-us-homicides-rose-by-nearly-30-in-2020-amid-pandemic

 

(Fonti: nypost.com, abcnews4.com, 22/09/2021)

Altre news:
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
TANZANIA: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI
IRAN - Mashallah Sabzi giustiziato
USA - Mississippi Ritirate le accuse contro Sherwood Brown, che il 24 agosto è stato scarcerato
IRAN - Abbasgholi Salehi, Hamid Shahsanayi e Mohammad Barahouyi giustiziati a Isfahan il 29 settembre
USA - Texas. Rick Rhoades, 57 anni, bianco, è stato giustiziato
INDIA: GIOVANE CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
PAKISTAN: TRE CONDANNATI A MORTE PER LO STUPRO DI UNA RAGAZZINA
IRAN - Yasin Abdullahi giustiziato nella prigione di Zahedan il 29 settembre
USA - Louisiana L’Amministrazione penitenziaria migliora le condizioni di detenzione nel braccio della morte
IRAN - Farhad Salehi-Jabehdar giustiziato nella prigione di Karaj il 29 settembre
PAKISTAN: DONNA CONDANNATA A MORTE PER BLASFEMIA
GIORDANIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA MADRE
IRAQ: TRE CONDANNATI A MORTE NEL KURDISTAN IRACHENO
PAPUA NUOVA GUINEA: CORTE SUPREMA APRE LA STRADA A RIPRESA ESECUZIONI
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO POLITICO
NIGERIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
PORTOGALLO: SOSPETTO TERRORISTA INDIANO TEME CONDANNA CAPITALE SE ESTRADATO
CON ROCCO TORNA LA FORCA, IL REGIME ZITTISCE GLI ABOLIZIONISTI
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO A JAZAN PER TERRORISMO
AMORE E DIRITTI IN CARCERE: STORIE DI ORDINARIA NEGAZIONE
VIETNAM: CONDANNA A MORTE PER TRE CORRIERI DELLA DROGA LAOTIANI
IRAN - Amirhossein Hatemi è morto sotto tortura il 23 settembre nel penitenziario di Fashafuyeh
IRAN - Esecuzioni di massa nelle carceri di Taybad, Torbat-e Jam e Mashhad.
GIAPPONE: CONFERMATA CONDANNA A MORTE DI EX POLIZIOTTO PER OMICIDI DI MOGLIE E FIGLI
BANGLADESH: CORTE SUPREMA CONFERMA DUE CONDANNE CAPITALI PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
IRAN - Uomo non identificato giustiziato nella prigione di Karaj il 22 settembre
IRAN - Mostafa Shafiei giustiziato nella prigione di Rajai Shahr il 22 settembre
IRAN - Ahmad Forouhid giustiziato nella prigione di Boroujerd il 22 settembre
USA - Studio di Alice Project sulle pene estreme tra le donne

1 2 3 4 [Succ >>]
2023
gennaio
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits