Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

PIÙ TASSE E PIÙ REATI, ECCO I TRAGUARDI DELLA PENA DI MORTE

29 ottobre 2023:

Natale D’Amico* su L’Unità del 29 ottobre 2023

Ci sono molti motivi, e nobili, per essere contrari alla pena di morte. Nessuno tocchi Caino, nei quasi trent’anni che lo separano dal suo primo congresso, li ha sviscerati, descritti, spiegati.
Ne ha scritto da ultimo, con straordinaria efficacia, Sergio D’Elia su questo giornale il 15 ottobre.
Ve ne sono anche di meno nobili, ma non per questo meno concreti, o meno efficaci per erodere quel consenso niente affatto irrilevante di cui la pena capitale continua sorprendentemente a godere in molte parti del mondo.
Le argomentazioni – diverse da quelle fondanti, in senso lato morali o relative al rapporto fra Stato e individui – contro la pena di morte si arricchiscono ora con i risultati di una ricerca condotta da Alexander Lundberg per il Cato Institute (On the Public Finance of Capital Punishment | Cato Institute – una versione più estesa della ricerca è pubblicata sulla American Law and Economics Review), qui da noi ripresa dall’Istituto Bruno Leoni nella sua newsletter settimanale.
L’indagine è condotta in riferimento al Texas, e si avvantaggia della straordinaria trasparenza che, riguardo ai dati di finanza pubblica e alle statistiche processuali, caratterizza quello Stato. Il riferimento al Texas non è fuorviante perché in rapporto alla popolazione viene lì pronunciato un numero di condanne a morte (0,84 per 100.000 abitanti) non molto diverso da quello medio dei 27 Stati degli USA nei quali questa pena continua ad esistere (0,82).
La premessa è quel che già si sa. Mantenere la pena di morte è una scelta costosa anche in termini finanziari. La California, ad esempio, ha speso 4 milioni di dollari per eseguire le 13 condanne a morte effettuate da quando, nel 1978, ha reintrodotto la pena di morte. Si stima che al North Carolina restaurare la pena di morte per due anni, periodo nel quale nessuna condanna è stata eseguita, sia costato 20 milioni di dollari.
Era altresì già noto, e non è certo sorprendente, che i processi che comportano la possibilità di una condanna a morte durano e costano molto di più degli altri: per la maggiore probabilità di ricorso all’appello, per il maggior numero di avvocati coinvolti, per la necessità di audire un numero maggiore di testimoni, per il ricorso ad esperti di varia natura, e così via. In Texas un processo che comporta la possibilità che venga comminata la pena capitale dura mediamente 768 giorni, un numero lì straordinariamente elevato rispetto a processi per reati diversi. Negli interi Stati Uniti si calcola che un processo con potenziale pena capitale costi almeno 1,5 milioni di dollari più di un processo che preveda come massima pena possibile il carcere a vita.
Esisteva una evidenza episodica delle modalità attraverso le quali le Contee, sulle quali gran parte di questi costi aggiuntivi vengono a cadere, finanziano queste spese. Ad esempio la Contea di Jasper nel 1998 ha finanziato un singolo processo contro alcuni sospetti di omicidio innalzando dell’8% l’imposta sulla proprietà. La Sierra County, avendo scelto di evitare un aumento delle tasse sulla proprietà, nel 1988 ha ridotto le sue forze di polizia per finanziare le spese dei processi per reati che prevedono la pena capitale.
Grazie al puntiglioso lavoro di ricerca fatto presso il CATO Institute, ora abbiamo un’evidenza organica e ben più robusta. Siamo infatti in grado di affermare che questi costi aggiuntivi vengono finanziati dalle Contee attraverso un sistematico aumento delle imposte sulla proprietà (in primo luogo sulle abitazioni), nonché attraverso una altrettanto sistematica riduzione delle spese per la sicurezza pubblica (in media 1,2 milioni per ogni anno in cui si tiene un processo per reati che prevedono la pena capitale). E abbiamo evidenza del fatto che la riduzione di queste ultime spese accresce il numero di reati diversi da quelli punibili con la condanna a morte, principalmente dei reati contro la proprietà.
In conclusione: già sapevamo che la minaccia della pena di morte non è una deterrenza efficace contro il rischio che si commettano reati che la prevedono. Scopriamo ora che adottare la pena di morte comporta per la generalità dei cittadi un maggiore livello di imposizione fiscale e maggiori rischi per le loro proprietà.
Il favore per la pena di morte si conferma basato su argomenti irrazionali, che la ragione può e deve contrastare. Con argomenti etici, ma non solo.

 * Magistrato della Corte dei Conti, socio di Nessuno tocchi Caino

Altre news:
USA - Pennsylvania. Voto preliminare per l’abolizione della pena di morte
PAKISTAN: CONDANNA A MORTE COMMUTATA IN ERGASTOLO
ROMA: UNA VEGLIA PER ARMITA DAVANTI ALL’AMBASCIATA IRANIANA
IRAN - Heydar Salkhord, Shahab Sadeghzadeh e Mansour Taqvaei giustiziati a Shiraz il 30 ottobre
IRAN - Uomo non identificato giustiziato il 30 ottobre
IRAN - Jalil Nutizehi giustiziato a Isfahan il 30 ottobre
IRAN - Hamid Takavar giustiziato a Karaj il 30 ottobre
VEGLIA PER ARMITA
CINA: CONDANNATO A MORTE PER AVER ACCOLTELLATO 15 PERSONE
IRAN - almeno 78 esecuzioni nel mese di ottobre
IRAN - Jalal Vahdati e Khalil Mohammadi giustiziati a Khorramabad il 30 ottobre
INDONESIA: OTTO IRANIANI CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
BANGLADESH: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER UN OMICIDIO LEGATO ALLA DOTE
USA - MORTE PER PENA: attivisti chiedono all’Onu di prendere posizione contro “l’altra pena di morte”
CLAUDIO E SIMONA, LA GALERA E LA MALATTIA: DUE PRIGIONI E UNA SOLA STORIA
IRAN - Armita Garavand è stata sepolta in condizioni di stretta sicurezza a Teheran il 29 ottobre
IRAN - Shamsollah Banani giustiziato ad Ahar il 29 ottobre
IRAN - Davood Behzadi giustiziato a Esfarayen il 28 ottobre
QATAR: OTTO INDIANI CONDANNATI A MORTE PER SPIONAGGIO IN FAVORE DI ISRAELE
IRAN - L’adolescente Armita Garavand è morta
USA - Alabama. Condanna a morte per Tapero Johnson
IRAN - "Negli ultimi giorni in una delle carceri di Teheran" è stato giustiziato un uomo
SOMALIA: CONFERMATA CONDANNA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN COMMILITONE
USA - Texas. Sospesa l'esecuzione di William Speer
IRAN - 5 uomini giustiziati a Birjand il 26 ottobre
IRAN - Amir Hossein Dashtban giustiziato a Tabriz il 26 ottobre
MILANO: 27 OTTOBRE CONVEGNO ‘CARCERE, LAVORO E SVILUPPO SOSTENIBILE’
MYANMAR: I MILITARI CONDANNANO A MORTE SETTE UOMINI PER OMICIDIO
USA - Ohio. Commutata in ergastolo senza condizionale la condanna a morte di Michael R. Turner.
IRAN - 2 uomini non identificati giustiziati a Karaj il 25 ottobre

1 2 3 4 5 [Succ >>]
2024
gennaio
febbraio
  2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits